Volevo domandare.....

Tutto quello che avreste voluto sapere sulla musica classica e non avete mai osato chiedere.
Avatar utente
Violinista92
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 18
Iscritto il: lunedì 7 giugno 2010, 0:00
Località: Roma
Contatta:

Volevo domandare.....

Messaggio da Violinista92 »

Perchè non si riesce a costruire i violini come una volta?
C'è qualche trucchetto che i liutai di oggi non conoscono? Altrimenti non mi spiego i tanti milioni di euro per comprare uno Stradivari.

(Col rispetto di tutti i liutai che frequentano questo forum :) )

Avatar utente
Atomino
Utente Esperto II
Utente Esperto II
Messaggi: 1644
Iscritto il: sabato 1 aprile 2006, 0:00
Località: Botticino o Salo', tra Maggini e Gasparo
Contatta:

Re: Volevo domandare.....

Messaggio da Atomino »

Violinista92 ha scritto:Perché non si riesce a costruire i violini come una volta? C'è qualche trucchetto che i liutai di oggi non conoscono?
Certo che c'è e molti lo conoscono, ma verrà svelato solo tra quattrocento anni.



























Forse :lol: .
- Alberto Soccini -

Avatar utente
edi
Utente Esperto II
Utente Esperto II
Messaggi: 2173
Iscritto il: venerdì 30 novembre 2007, 0:00
Località: Fulginium ac Vacium
Contatta:

Messaggio da edi »

Nelle notti di luna piena anche tra 399. Forse :lol:

Avatar utente
OrzO
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 335
Iscritto il: mercoledì 25 ottobre 2006, 0:00

Re: Volevo domandare.....

Messaggio da OrzO »

Violinista92 ha scritto:Perchè non si riesce a costruire i violini come una volta?
C'è qualche trucchetto che i liutai di oggi non conoscono? Altrimenti non mi spiego i tanti milioni di euro per comprare uno Stradivari.

(Col rispetto di tutti i liutai che frequentano questo forum :) )
Ciao violinista 92, ('92 riferito al tuo anno di nascita suppongo?)
Non dimentichiamo che uno Stradivari o un Guarneri del Gesù ha anche un valore storico, per questo il prezzo è così alto oltre che per le capacità elevate dell'autore.
E chi dice che gli Stradivari suonano meglio di violini costruiti da autori moderni?
Io non generalizzerei, il suono è una cosa importante per un musicista e non si può etichettare per autore la qualità di uno strumento.
Valutare il suono di uno strumento è cosa assai difficile e purtroppo vedo sempre più musicisti che non hanno un'idea chiara del suono che vogliono avere e sono costretti a dar retta a voci e a sentito dire che li portano a comperare strumenti antichi (o vecchi) praticamente a scatola chiusa.
Questo è un'errore! io personalmente credo che uno strumento lo può aver fatto anche l'arcangelo Gabriele, ma prima di decidere se suona (e se suona come voglio io) lo devo prima provare.
Mi dispiace molto sentire queste voci infondate del tipo: non si riesce a costruire i violini come una volta. e un violino per suonare bene deve avere almeno 200 anni ecc ecc.
Per come la vedo io un musicista che fà un'affermazione del genere è perchè non si è mai posto veramente il problema di seguire una propria ricerca timbrica, pensare anche alla combinazione musicista/violino/archetto, forse sarà per poca educazione musicale, a mio avviso manca una vera e genuina cultura del suono anche per colpa di certe false credenze che si sono sviluppate.

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 11946
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Re: Volevo domandare.....

Messaggio da claudio »

OrzO ha scritto:
E chi dice che gli Stradivari suonano meglio di violini costruiti da autori moderni?
se è per questo, gli Stradivari suonano meglio anche rispetto a molti violini antichi o d'epoca. Lo so, sono un pò noioso alle volte, ma lo ripeto ancora una volta: è giusto sfatare i miti, ma un autore moderno non trae nessun vantaggio nel demolire uno Stradivari. Il problema è che così facendo demolisce se stesso.
andante con fuoco

Avatar utente
edi
Utente Esperto II
Utente Esperto II
Messaggi: 2173
Iscritto il: venerdì 30 novembre 2007, 0:00
Località: Fulginium ac Vacium
Contatta:

Messaggio da edi »

Ho sentito anche parlare di blind-test che dimostrerebbero proprio che un buono strumento antico non suonerebbe affatto meglio di un buono strumento moderno... Il prezzo di uno strumento antico è principalmente determinato dal valore storico-artistico.

Avatar utente
edi
Utente Esperto II
Utente Esperto II
Messaggi: 2173
Iscritto il: venerdì 30 novembre 2007, 0:00
Località: Fulginium ac Vacium
Contatta:

Messaggio da edi »

P.S. Aggiungerei anche che la qualità media degli strumenti che oggi possono definirsi buoni è probabilmente nettamente superiore a quella degli strumenti che potevano definirsi buoni qualche secolo fa.

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 11946
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio »

Edi, mi spiace contraddirti, ma le cose non stanno così come dici. Ascoltiamoli bene questi strumenti antichi, non nei cosiddetti "blind test" dove è vero tutto e il contrario di tutto, e poi ne riparliamo. Come liutaio contemporaneo e candidato ad essere un liutaio antico nel futuro, avrei tutto l'interesse a dire che gli strumenti moderni sono meglio di quelli antichi, ma così non è. Anche in presenza di strumenti antichi le cui condizioni di conservazione e mantenimento non sono ottimali e al confronto uno strumento moderno può proiettare meglio il suono, quello antico ha un colore che nessun moderno può avere. E' semplicemente una questione fisica, facendo il paragone tra un uomo giovane e uno vecchio, si può dire che il vecchio ha maggiore esperienza sulle spalle. Invece oggi prevale il concetto, che non condivido assolutamente, per cui un uomo vecchio è solo vecchio. Ma i violini non sono come gli uomini, spesso anche strumenti malandati che ne hanno passate di tutti i colori, non mostrano vecchiaia nel suono e dopo tre o quattrocento anni mostrano una freschezza e profondità di suono insospettabili. Bisogna farsene una ragione, ma soprattutto questi strumenti antichi bisogna non solo ascoltarli bene, devi farlo anche onestamente.
andante con fuoco

Avatar utente
edi
Utente Esperto II
Utente Esperto II
Messaggi: 2173
Iscritto il: venerdì 30 novembre 2007, 0:00
Località: Fulginium ac Vacium
Contatta:

Messaggio da edi »

Claudio, non devi convincermi e non ti devi nemmeno dispiacere :-) le mie non erano affermazioni, come vedi ho messo tutto al condizionale e "per sentito dire", personalmente non ho gli elementi per poterlo affermare :-) Sicuramente tu hai un'esperienza per poterlo affermare :-)

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 11946
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio »

E' un'esperienza che possono fare tutti, basta frequentare le sale da concerto e si avranno tutte le conferme di cui si ha bisogno. Ma è un argomento inesauribile questo, su cui varrà la pena riaprire la discussione.
andante con fuoco

Avatar utente
edi
Utente Esperto II
Utente Esperto II
Messaggi: 2173
Iscritto il: venerdì 30 novembre 2007, 0:00
Località: Fulginium ac Vacium
Contatta:

Messaggio da edi »

Non sempre è così semplice trovare tutte le informazioni necessarie quando si va ad un concerto :-)
Sicuramente l'argomento è interessante e da approfondire :-)

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 11946
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio »

Come no? basta andare in camerino e chiedere al solista di turno di mostrarti lo strumento con cui ha suonato. Io l'ho sempre fatto e assieme agli autografi, ho conosciuto sempre persone molto gentili e disponibili che mi mostravano orgogliose i loro strumenti.
Ricordo una volta, finito un concerto al teatro "I quattro mori" di Livorno, volli andare a rendere omaggio a Gidon Kremer, uscii dalla sala e vi rientrai dall'ingresso degli artisti, ma non fui così veloce, feci appena in tempo ad incontrarlo per le scale, era solo e teneva la custodia del violino in mano. Gli chiesi l'autografo e che violino avesse suonato, era un Guarneri del Gesù del 1730. Andai a rivedere lo stesso concerto alla Pergola a Firenze, ricordo che suonava "Fratres" insieme all'Orchestra Regionale Toscana, bellissimo suono, bellissimo tutto.
andante con fuoco

Avatar utente
edi
Utente Esperto II
Utente Esperto II
Messaggi: 2173
Iscritto il: venerdì 30 novembre 2007, 0:00
Località: Fulginium ac Vacium
Contatta:

Messaggio da edi »

Sì, ecco, è questo che volevo dire! Non tutti lo fanno, anche perché se tutti lo facessero... :-)
In ciò invidio chi riesce ad essere più "sfacciato" di me :-) ed invidio mio padre che sessant'anni fa a Genova ebbe l'incredibile fortuna di avere tra le mani e "suonare" (lui che non ha mai saputo suonare nessuno strumento) il "Cannone" di Stradivari. :skiz:

Avatar utente
Briel
Frequentatore
Frequentatore
Messaggi: 115
Iscritto il: lunedì 20 ottobre 2008, 0:00

Messaggio da Briel »

Di Guarneri, n'est-ce pas ? :wink:

Avatar utente
edi
Utente Esperto II
Utente Esperto II
Messaggi: 2173
Iscritto il: venerdì 30 novembre 2007, 0:00
Località: Fulginium ac Vacium
Contatta:

Messaggio da edi »

Briel ha scritto:Di Guarneri, n'est-ce pas ? :wink:
Oops! :oops: Sì certo è di Bartolomeo Guarneri del Gesù! è stato un lapsus, non volevo dire nemmeno Guarneri, ma Paganini e mi ha fatto pensare a Stradivari, così invece di Paganini ho scritto Stradivari! :oops:

Rispondi