Ho un guarneri del mio bisnonno violinista. Che fare?

Hai uno strumento da vendere o da fare esaminare? Inserisci qui il tuo annuncio.
guarneri
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 4
Iscritto il: mercoledì 1 aprile 2009, 0:00

Ho un guarneri del mio bisnonno violinista. Che fare?

Messaggio da guarneri »

curiosando nella rete ho trovato questo forum e mi permetto di inserirmi nel forum allo scopo di avvalermi della vostra esperienza nel settore degli strumenti musicali.

Dopo la scomparsa di mio nonno, unitamente a mio padre ho ripreso una ricerca finalizzata all'accertamento dell'autenticità di un violino che fu del mio bisnonno, violinista e direttore d'orchestra che visse e lavorò fra l'Italia e la Germania all'inizio del Novecento.

Fra i lasciti ereditari del mio bisnonno spicca quello di un verosimile Guarneri del Gesù che egli acquistò cedendo un Amati presso un liutaio italiano che, tuttavia, è rimasto ignoto.

Nonostante la passione per la musica si sia tramandata nella mia famiglia, attualmente nessuno è in grado di suonare il violino e, atteso il possibile valore economico dello strumento - che peraltro aveva destato l'interesse di altri violinisti ai quali nel passato mio padre si era rivolto (fra il quali Uto Ughi che ne apprezzò molto il suono) - siamo decisi a commercializzare il violino che, putroppo, giace inutilizzato da anni nel caveau di una banca di Roma.

Tempo addietro mio padre intraprese senza successo la strada della perizia recandosi presso liutai ed esperti del settore a Cremona e Zurigo senza tuttavia ricevere alcun conforto in merito alla datazione nè tantomento alla originalità del violino: diversi esperti, ormai venti anni orsono, gli riferirono versioni contrastanti e non definitive che suggerirono a mio padre di temporeggiare e non cedere alla tentazione rappresentata da alcune offerte allettanti ma forse non del tutto disinteressate.

La fortuna e la coincidenza vogliono che mio padre, in quanto amante della musica nonchè docente di Storia dell'Arte, abbia saputo attendere nella speranza che nuovi strumenti tecnologici ed esami specifici possano oggigiorno consentire una valutazione più oggettiva dello strumento del quale all'epoca non si escluse nè si accertò l'effettiva originalità (valutazione che si limitò ad un generalizzato e condiviso apprezzamento della potenza e della qualità sonora del violino).

Spero che la vostra esperienza possa essermi d'ausilio per orientarmi in un mondo a me sconosciuto e certamente ostico e vi prego di volermi indicare l'iter corretto da percorrere, in termini di esami tecnici e perizie, per giungere ad una definitiva e puntuale valutazione dello strumento, atteso che il nostro violino non possiede alcun certificato e la sua storia è attualmente del tutto ignota alla mia famiglia.

Ringrazio sin da ora per la cortese attenzione e tutti gli appassionati che vorranno rispondermi.

Avatar utente
Alfredo
Utente Esperto II
Utente Esperto II
Messaggi: 1851
Iscritto il: martedì 25 gennaio 2005, 0:00
Località: Italia/Germania
Contatta:

Re: Ho un guarneri del mio bisnonno violinista. Che fare?

Messaggio da Alfredo »

L'unica via per ottenere un documento che attesti l'originalità dello strumento (che è la cosa più importante) è andare da un liutaio accreditato.
Non so perchè allora i liutai non fossero sicuri sull'originalità dello strumento, non esiste un certificato dell'epoca?
anche un foglio ti può aiutare quando vai da un commerciante per ottenere il certificato.

Un consiglio che ti posso dare è di non girare con lo strumento da più liutai ma di andare direttamente da uno e basta, quello che ti può scrivere un attestato riconosciuto a livello internazionale, il resto purtroppo non conta, i pareri sono interessanti ma non fanno altro che discreditare lo strumento.

nigel
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 560
Iscritto il: domenica 27 luglio 2008, 0:00
Località: Torino
Contatta:

Messaggio da nigel »

tenga presente che un certificato a cremona può costare veramente tanto... vada da un liutaio onesto (cosa non semplice)

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 12083
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio »

Nigelma, detta così sembra che a Cremona non esistano liutaio onesti. :lol:
andante con fuoco

Avatar utente
violino7
Utente Esperto II
Utente Esperto II
Messaggi: 3403
Iscritto il: martedì 9 gennaio 2007, 0:00
Località: Roma

Messaggio da violino7 »

A titolo di pura curiosità, solo per stare più addentro all'argomento, è possibile sapere qualcosa di più nel merito delle "versioni contrastanti"?

Sicuramente questo violino ha un'etichetta, voglio sperare!
Se ce l'ha la sua autenticità dovrebbe essere facilmente accertata, credo!
.
Ricercare sopra tutto due cose: la verità e la bellezza.

- Lino Santoro -

nigel
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 560
Iscritto il: domenica 27 luglio 2008, 0:00
Località: Torino
Contatta:

Messaggio da nigel »

hai ragione Claudio in effetti ho un pò esagerato... però a Cremona ci sono tanti che se ne approfittano.. e tanti miei colleghi sono stati 'bruciati' da Liutai famosi molto esosi....

yidaki
Utente Attivo
Utente Attivo
Messaggi: 238
Iscritto il: venerdì 23 gennaio 2009, 0:00
Località: Roma
Contatta:

Messaggio da yidaki »

Non riesco a resistere.....la butto là: nessuno ha visto o letto quel che scrive sul suo sito web il liutaio Luigi Lanaro a proposito della liuteria cremonese di oggi? Sembra che non sia tutto oro quel che luccica.....

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 12083
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio »

Ho visto e letto il sito di Lanaro sul suggerimento di utenti di questo forum, vale la pena aprire una discussione apposita.
andante con fuoco

Avatar utente
pupazza
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 312
Iscritto il: mercoledì 17 gennaio 2007, 0:00
Località: Barletta

Messaggio da pupazza »

vorrei tanto aver avuto anch'io un bisnonno violinista!! :roll: :roll:
La meta del musicista deve essere sintesi di estasi e ragione. (cit. nn ricordo di chi...)

guarneri
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 4
Iscritto il: mercoledì 1 aprile 2009, 0:00

Messaggio da guarneri »

Gentili appassionati ho visto che il mio messaggio ha sollecitato la curiosità di molti e ne sono felice...
Per quanto concerne l'etichetta è ovvio che sembra e quella originale...
Quanto ai pareri contrastanti intendo che taluni dissero, parlo di 15-20 anni, fa che si trattava di un ottimo violino, forse una copia ottocentesca ben fatta mentre altri dissero che il suono era troppo dolce per essere un Guarneri autentico (forse un Villaume? a proposito non per essere venali ma anche una copia dell'epoca è da buttare o in caso contrario a quanto può essere commercializzata secondo voi?)...tutti costoro poi si offrivano gurdacaso di comprarlo però, per 40-50 milioni dell'epoca...e ovviamente in assenza di certificati non è stato giustamente venduto...
Diciamo che i pareri erano contrastatni ma ovviamente nessuno disse che si trattava di un originale salvo poi far vedere a mio padre i LORO violini "Amati" originali e sparare delle cifre intressanti per comprare il nostro come ottima copia...
Giusto per notizia lo ha visto e suonato anni fa, fra gli altri, anche un primo violino dell'Accademia di S Cecilia che offiriva 50 milioni per...quello che per lui era, o comunque, conveniva ovviamente che fosse una copia...
Per quanto riguarda i periti ovviamente sono disposto a spendere una cifra importante per una perizia ma deve essere quella definitiva, vincolante e che lo renda poi commercializzabile per ciò che è, quantomeno sulla carta...voglio dire non trovarlo poi dopo anni come originale in qualche collezione privata dopo averlo venduto per falso DOC!
Altri mi hanno chiesto se il violino ha certificati e la risposta è ovviamente no... altrimenti forse sarebbe stato più facile...so solo che è stato comprato negli anni venti dal mio bisnonno forse in itlaia forse in germania in cambio di un amati...ma chissà se pure quello era un originale o una copia...?
il mio bisnonno era violinista e direttore d'orchestra ma ne so pochissimo perchè anche il mio scomparso nonno ci ha detto poco o nulla di lui...putroppo...anzi se qualcuno di voi appassionati sapesse qualcosa sul conto del mio avo mi farebbbe molto molto piacere... si chiamava MARIO ISEGLIO e credo che il grosso della carriera l'abbia trascorso in Germania...il violino o meglio metà del violino perchè l'altra metà dello strumento mio nonno la pagò alla sorella, fu l'unica eredità che giunse a mio nonno che nel frattempo viveva in Italia (sicchè proprio poco valore non doveva averlo se rappresentava metà del solo lascito per il figlio che era rimasto in Italia)...poi giunsero i tempi della 2^guerra e le notizie sono assai confuse...
Chissà che in qualche archivio vi siano foto di repertorio del mio bisnonno con il violino in mano o mentre dirige...sarebbe veramente impagabile avere notizie su di lui...ma devo dire che sino ad ora anche mio padre è stato un pò inerte nel fare queste ricerche...putroppo!!!
Qualcuno di voi accennava a megaperiti le decisioni dei quali sono delle sentenze inappellabili giusto??? e chi sarebbero, per curiosità? io sono neofita come avrete notato e mi limito ad ascoltare della buona musica ma a stento riconosco un interprete figuriamoci un violino dal solo suono...!
Per quanto riguarda Cremona mio padre ci andò ed un noto liutaio gli disse...è un ottimo falso ma un falso, questo è un AMATI vero, mostrandolgli il suo e offrendo una cifra pseudoallettante per il nostro ma ovvimente senza garantire alcun cerificato...magari poi il certificato se lo sarebbe fatto lui...ovvio che mio padre se ne andò più o meno disgustato...
a Zurigo invece gli chiesero 20 milioni o giù di lì per l'esame dendrocronologico (parlo di molti anni fa) che comunque non avrebbe risolto nulla...e anche in quel caso risparmiò i venti milioni e tornò col violino (per lo meno non le "pive") nel sacco...!!

Qualcuono di voi saprebbe ad esempio indicarmi come potrei cominciare per avere notizie sul mio bisnonno? non so un archivio, una biblioteca, raccolta di recensioni dell'epoca...scusate la mia ignoranza in filologia degli strumentu antichi e della musica e spero di non farvi accapponare la pelle ma nella vita faccio altro...forse putroppo perchè la musica basterebbe ed avanzerebbe per riempire una vita!!

Grazie in anticipo a tutti coloro che vorranno rispondere

Avatar utente
cryp
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 452
Iscritto il: mercoledì 11 giugno 2008, 0:00

Messaggio da cryp »

Ma se invece di volerlo commercializzare per forza provi a imparare a suonarlo?
Sicuramente avresti un ottimissimo dtrumento tra le mani e ti darebbe molte molte gioie!


Pensaci!

Farai sempre in tempo a venderlo... Ma poi il rimpianto di non averlo suonato...
La musica è intorno a noi, non bisogna fare altro che ascoltarla.. (August Rush)

Avatar utente
Porthos
Utente Esperto II
Utente Esperto II
Messaggi: 1601
Iscritto il: martedì 4 luglio 2006, 0:00
Contatta:

Messaggio da Porthos »

In questi casi si parte sempre da Google. Cercando "Mario Iseglio" si trova

http://www.78musik.de/78musik/platten/f ... nd/s-.html

che sembra essere una lista di vecchi dischi a 78 giri (non conosco il tedesco), tra cui
iseglio mario iseglio salon orchester bonzos stelldichein-es waren zei königskinder hom 3162 2 10 c087.

Quanto al violino, non saprei. Ho qualche vaga esperienza sul lato infimo della gamma, non su quello eccelso. Io proverei ad informarmi al tribunale di Cremona o di Milano per una lista di periti accreditati.

guarneri
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 4
Iscritto il: mercoledì 1 aprile 2009, 0:00

Messaggio da guarneri »

Ho appena ricevuto delle foto del violino...vorrei inserine qualcuna sul sito...come devo fare?
Qualcuno mi ha suggerito di evitare di venderlo e iniziare a sunarlo...ma direi che è un pò tardi per approcciare allo studio del violino...!!

grazie

Avatar utente
MCR
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 311
Iscritto il: lunedì 13 novembre 2006, 0:00

Messaggio da MCR »

guarneri ha scritto:ma direi che è un pò tardi per approcciare allo studio del violino...!!

grazie
naah non è troppo tardi
impara
suonalo
goditelo
e non romperlo :D
"Lei non appartiene alla cultura,
non la trovi sotto una bandiera,
le non ha bisogno affatto
di protettori,
lei non può restare dentro,
il suo posto è fuori..."

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 12083
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio »

Immagine

Immagine
andante con fuoco

Rispondi