Dubbi vari di una neofita

Suonare e costruire i violini
Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 12069
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Re: Dubbi vari di una neofita

Messaggio da claudio »

Non è detto, bisogna sempre condiderare il rapporto tra la qualità del violino e il livello di preparazione e aspettative dell'allievo, spesso un investimento limitato di 150/300 euro basta e avanza per coprire in modo onorevole i primi anni di studio di uno studente adulto che ami studiare il violino. Ad esempio i famosi "Stentor" per me hanno un rapporto qualità/prezzo eccellente. Violini di fabbrica di fascia alta, di superiore spesso hanno solo il livello di finitura (antichizzazione, verniciatura, ecc), ma il suono è quello di un violino economico di buona qualità.

Ad un prezzo di 3000/5000 euro si può considerare di prendere uno strumento di buona qualità costruito da un giovane liutaio di buona scuola (anche in questo caso sempre consigliabile di assicurarsi che quello strumento sia stato effettivamente costruito da QUEL liutaio). Oppure guardando alla recente asta tenuta da Tarisio, pare che ora sia possibile acquistare per la cifra indicata anche strumenti di rinomati liutai esperti. :wink: Asta Tarisio
andante con fuoco

NightRose
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 28
Iscritto il: lunedì 29 ottobre 2018, 10:33

Re: Dubbi vari di una neofita

Messaggio da NightRose »

Grazie a tutti.
Sono appena tornata dal liutaio e ho affitato il violino (di fabbrica ma messo a punto da lui). È TUTTO UN ALTRO SUONARE rispetto al mio. Sono stata lì un’ora buona a provare sia il mio che quello da affittare.
Si riesce addirittura a suonare in terza posizione e in modo molto agevole! La sordina entra finalmente!
Pago 20 euro al mese e il valore dello strumento è di circa 900 euro. Ora lo terrò per tre mesi e poi valuto l’acquisto di uno dei suoi violini (non di fabbrica ovviamente).
@Claudio, molto interessante l’asta... Però se non si può provare lo strumento, io non ho nemmeno l’occhio clinico per valutare quelli in asta (ok che sono strumenti artigianali e sicuramente la qualità è ottima, però per partecipare dovrei avere un occhio decisamente più critico).

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 12069
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Re: Dubbi vari di una neofita

Messaggio da claudio »

NightRose ha scritto:
martedì 30 ottobre 2018, 20:07
Grazie a tutti.
Sono appena tornata dal liutaio e ho affitato il violino (di fabbrica ma messo a punto da lui). È TUTTO UN ALTRO SUONARE rispetto al mio.
Vorrei anche vedere se non ci fosse differenza con un violino da 60 euro (compresa custodia e archetto). Ma vorrei uscire un po' dall'ottica per cui un violino da 60 euro è peggiore di uno da 200, quello da 200 peggiore di quello da 600 euro, e così via. Quel che voglio intendere è che bisogna sempre cercare di capire il giusto strumento da adattare alle proprie esigenze.

P.S.
E con le corde come ti devi comportare, che quando se ne rompe una solo il liutaio che te l'ha affittato è autorizzato alla sostituzione?
andante con fuoco

NightRose
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 28
Iscritto il: lunedì 29 ottobre 2018, 10:33

Re: Dubbi vari di una neofita

Messaggio da NightRose »

Nessun problema! Se devo sostituire, sostituisco. Devo tornare da lui se si rompe qualcosa del tipo, ponte, piroli ecc.

Ah si dimenticavo una cosa! Le corde. Sono morbidissime! Per suonare pressione 0!! Adesso posso tentare i movimenti del vibrato senza sclerare per tenere giù la corda ;)

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 12069
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Re: Dubbi vari di una neofita

Messaggio da claudio »

Nell'ottica di una scelta il più possibile equilibrata, sarebbe bene che lo studente abbia modo di provare buoni strumenti fin da subito, così da capire al più presto il tipo di strumento che può permettersi, in questo senso possono aiutare molto il maestro e il liutaio. Questo per evitare che iniziando da uno strumento da 50/60 euro (il livello di qualità più basso dei violini cinesi da studio), che provando strumenti appena migliori si sia portati a sopravvalutarne il pregio. Non è così difficile trovare uno strumento da studio che sia comodo da suonare, la cosa più ardua è che abbia anche un buon suono, e questo non lo si può valutare finché non si abbia occasione di ascoltare e provare strumenti qualitativamente superiori (come potrebbero essere gli strumenti d'autore antichi o moderni).
andante con fuoco

NightRose
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 28
Iscritto il: lunedì 29 ottobre 2018, 10:33

Re: Dubbi vari di una neofita

Messaggio da NightRose »

Ah beh si! Infatti prima non l’ho scritto, ma come suono non si discosta moltissimo da quello che avevo prima: scendendo sulla tastiera verso il ponte, il suono diventa stridulo e gracchiante (tutt’altro che dolce).
Però per adesso, che devo riprendere il giro, mi accontento di quello noleggiato! Anche perché non ho pezzi dove è necessario andare così su con le note :)
Io al momento ho sentito dal vivo il violino di David Garrett... è stato valutato svariati milioni di sterline (se non ho capito male, è lo strumento del 1718 Stradivari San Lorenzo). Inutile dire che quel suono, abbinato alla sua tecnica è qualcosa di fantastico. @Claudio, sicuramente saprai dirmi qualcosa.
Ho provato il violino della mia compagna di corso: liuteria da 3000 euro e quello devo dire che mi era piaciuto moltissimo. L’ho trovato davvero equilibrato.
Alla fine del periodo di noleggio, ho fatto 3 mesi, andrò da lui a vedere di provare un suo violino. Così mi rendo conto e intanto sarò ritornata a regime :)

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 12069
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Re: Dubbi vari di una neofita

Messaggio da claudio »

Se non ricordo male, fu proprio David Garrett che per uno sfortunato e maldestro incidente, cadde sul suo Stradivari 1718 e lo ridusse in pezzi. Tuttavia la storia è controversa, c'è chi dice che si fosse trattato di un Guadagnini. Per il resto tutto sta nel crescere con il proprio suono cercando il migliore compromesso possibile. Io ad esempio pur amando strumenti di grande valore artistico ed artigianale, non disdegno i cosiddetti violini da battaglia, che puoi suonare e sbattere senza troppe ansie, e che una volta messi a punto sono in grado anche loro di produrre una voce rispettabile.
La storia del San Lorenzo 1718
andante con fuoco

Lino
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 39
Iscritto il: sabato 10 agosto 2019, 9:30

Re: Dubbi vari di una neofita

Messaggio da Lino »

NightRose ha scritto:
lunedì 29 ottobre 2018, 10:54
Ciao a tutti, ho provato a cercare in giro ma ho trovato poco e niente.
Premessa: ho un violino 4/4 Diamond da studio. Valore "netto" 60 euro con tanto di archetto. Salito poi a 100 per la messa a punto.
Io probabilmente suono molto male, ma questo violino, anche quando suonato dall'insegnante suona male... a questo punto mi vien da dire che forse il problema non sono io :lol:
Detto questo volevo sapere se qualcuno di voi ne ha sentito parlare e mi può confermare la qualità penosa dello strumento.

Domanda numero 2: è normale far fatica a suonare in terza posizione? Mi spiego meglio. Se voglio fare una nota in quella posizione lì. nel momento in cui premo la corda, questa si abbassa talmente tanto da livellarsi alle altre. Questo mi rende impossibile suonare con l'arco perchè inevitabilmente tocco le altre corde vicine.

Domanda numero 2bis: Che distanza devono avere le corde dalla tastiera? Perchè a me sembrano tanto sollevate.

Domanda 2ter: E' normale dover fare molta forza per premere le corde con conseguenti polso e mani poco rilassate?

Domanda 3: stavo pensando in ogni caso di cambiare strumento (con molta calma) e volevo sapere se secondo voi può avere senso andare da un liutaio per prendere lo "strumento definitivo". Leggendo i vostri interventi, penso che un budget che va dai 3000 ai 5000 sia verosimile o sbaglio?
Provando a vedere su internet, qui in Piemonte non ci sono molti liutai (ne ho trovato uno a Pinerolo, uno a Casale Monferrato e uno a Torino)... Poi ne ho visto uno in provincia di Varese (quest'ultimo è molto giovane - si chiama Cinquepalmi). Qualcuno di voi conosce qualcuno? Andare alla cieca non è facilissimo. Ovviamente chiederò anche all'insegnante, ma penso che avere più consigli sia una ricchezza :)

Grazie mille in anticipo e scusate la lunghezza!
basta abbassare il ponticello :) piu' le corde sono alte sulla tastiera , minore deve essere il raggio di curvatura del ponticello, ma se abbassi il ponticello rientri nella normalita' e fai anche meno fatica a suonarlo, probabilmente anche il capotasto necessita di una controllata.

NightRose
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 28
Iscritto il: lunedì 29 ottobre 2018, 10:33

Re: Dubbi vari di una neofita

Messaggio da NightRose »

Lino ha scritto:
martedì 13 agosto 2019, 9:34

basta abbassare il ponticello :) piu' le corde sono alte sulla tastiera , minore deve essere il raggio di curvatura del ponticello, ma se abbassi il ponticello rientri nella normalita' e fai anche meno fatica a suonarlo, probabilmente anche il capotasto necessita di una controllata.
Grazie ma ho già risolto. Lo strumento rimane di una qualità pessima (ovviamente). Adesso ho un violino artigianale con cui mi trovo MOLTO bene e un muletto da 300 euro che quanto meno suona xD

Il violino da 70 euro ha comunque una sua utilità: penso di smontarlo per vedere com’è fatto. Poi, per divertimento vorrei provare a togliere quella vernice pesantissima che ha, e tentare di verniciarlo io (facendo sicuramente dei disastri ma almeno non rovino legni pregiati xD)

Rispondi