C'è prima qualità e prima qualità...

Suonare e costruire i violini
Rispondi
Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 12540
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Re: C'è prima qualità e prima qualità...

Messaggio da claudio »

I morsetti "costosissimi" sembra che facciano il loro lavoro, quindi vanno benissimo. Un suggerimento che potrebbe essere utile per il tuo prossimo violino: lo scavo della tavola forma una sorta di spigolo con la superficie di incollaggio, inoltre lo scavo della tavola è stato praticato anche intorno agli zocchetti, questo anche in base a ciò che si riscontra negli strumenti originali e quindi anche nel Sacconi. Le superfici dovrebbero avere una continuità priva di spigoli, e intorno agli zocchetti non bisognerebbe scavare, bensì lasciare una cosiddetta area di rispetto onde evitare il rischio di deformazioni provocate dal tiraggio delle corde e delle bombature nel tempo e tavole armoniche "sgonfiate", cioè a dire che perdono reattività.

Per gli spessori della tavola armonica come ti sei regolato? mi sembra che non se ne sia ancora parlato.
andante con fuoco
Fabrizio1
Frequentatore
Frequentatore
Messaggi: 100
Iscritto il: sabato 16 ottobre 2021, 23:05

Re: C'è prima qualità e prima qualità...

Messaggio da Fabrizio1 »

Ciao Claudio; i morsetti hanno dato decorosa fine ad una inguardabile cornice di rifinitura da mobilificio! Segati e assemblati in una mezz'oretta, ho dato loro nella parte inferiore anche il profilo locale della bombatura per evitare di ammaccare la tavola; un pezzetto di antispiffero autoadesivo ha completato l'appoggio.

Per quanto riguarda lo spigolo tra superficie di incollaggio e bombatura anche a me non piace moltissimo: tuttavia per i bordi (terminata la catena) li addolcirò perché ho materiale e, soprattutto, la geometria si presta.
Per la zona accanto agli zocchetti superiore e inferiore, essendo tutta la bombatura molto alta e dovendo rispettare la parte rettilinea della sesta, i raccordi superiore e inferiore della bombatura con la superficie di incollaggio sono venuti molto ripidi. Inizialmente li avevo fatti più dolci, ma per tenere questa "dolcezza" mi era rimasto intorno un "mazzocco" di 7mm che ho dovuto per forza alleggerire (line rossa). Ho provato a fare un disegno per descrivere la situazione:
Zona zocchetti.jpg
Zona zocchetti.jpg (9.42 KiB) Visto 555 volte
Per le dimensioni della catena pensavo ad uno spessore di 6mm che ridurrò verso la parte alta sino ad arrivare a poco meno di 5mm (c'è anche un video di Davide Sora che più o meno descrive gli stessi parametri). L'altezza al momento è 14mm ma debbo ancora lavorarci su; pensavo di fermarmi intorno ai 13mm.
Ho iniziato a darle il profilo, eccolo di seguito:

DSC_4011L.jpg
DSC_4012L.jpg
Ho pensato di farla simmetrica: è probabilmente empirica, ma la scelta l'ho fatta pensando al fatto che lo spessore massimo del fondo non coincide con l'appoggio dell'anima (Sacconi ha "cazziato" svariati liutai per aver invece fatto coincidere tali punti); ho pensato che anche la catena in qualche modo poteva essere ispirata a questo principio: il centro della parte più alta della catena (diciamo il "massimo spessore") non coincide col piedino del ponticello. Ripeto, è una mia idea empirica; mi "giustifico" inoltre col fatto che le 2 foto di catene originali sul Sacconi, anche se sono barocche e quindi dimensionate per carichi più leggeri, mi sono sembrate simmetriche.
Non bruciatemi su una pira di trucioli.....
:ciao1:
Fabrizio1
Frequentatore
Frequentatore
Messaggi: 100
Iscritto il: sabato 16 ottobre 2021, 23:05

Re: C'è prima qualità e prima qualità...

Messaggio da Fabrizio1 »

Ops, mi avevi chiesto gli spessori della tavola e ho frainteso con quelli della catena.
Spessori della tavola pressochè costanti; 2,5mm sui polmoni, 2,7mm tra le effe e 3mm tra effe e bordo delle CC: in questa zona mi sono tenuto "grasso" per la sguscia delle palette e per addolcire lo spigolo che hai notato anche tu.
Buona serata e grazie.
:ciao2:
Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 12540
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Re: C'è prima qualità e prima qualità...

Messaggio da claudio »

Le cose da dire sarebbero tante, mi limiterò a quelle più essenziali:
- il "marzocco" di 7mm avrebbe dovuto aggirarsi intorno ai 4mm stando attenti a modellare le bombature e a non farle arrivare troppo vicine ai bordi.
- la catena appare ben disposta ma i terminali sono ancora troppo alti, inoltre appare troppo concava nel primo e terzo quarto. Le misure puoi ricavarle dai disegni sul Sacconi. Le altezze medie si aggirano attorno agli 11-13mm, quella giusta per te la ricaverai facendo esperienza sulla costruzione di altri strumenti.
- Per gli spessori che hai adottato, che sembrano concepiti per salvaguardare la zona tra gli occhi delle effe forse per timori di "affondamento", mentre come già è stato accennato, in realtà avviene un rigonfiamento della tavola armonica sotto la tastiera e sotto la cordiera, cosa che riguarda tutti gli strumenti ed entro certi limiti è da considerare fisiologica. Tuttavia avendo lasciato abbastanza legno (il "marzocco") nella zona dei blocchi di testa e di fondo, non dovresti avere problemi.

Da ciò che mi è dato di vedere lo strumento dovrebbe comunque avere un suono decente, forse non svilupperà proprio il massimo degli armonici e la massima proiezione del suono, ma una buona potenza dovrebbe averla.
andante con fuoco
Fabrizio1
Frequentatore
Frequentatore
Messaggi: 100
Iscritto il: sabato 16 ottobre 2021, 23:05

Re: C'è prima qualità e prima qualità...

Messaggio da Fabrizio1 »

Ciao Claudio, grazie delle dritte;
di seguito riporto le informazioni di dettaglio necessarie:
  • "Marzocco": inizialmente era di 7mm ma lo avevo dovuto alleggerire perché mi sembrava davvero troppo spesso; alleggerendolo è venuto fuori lo spigolo che tu giustamente notavi (vedi schema precedente). Lo spessore nei pressi degli zocchetti superiore e inferiore è di 4mm:

    superiore:
    DSC_4014L.jpg
    e inferiore:
    DSC_4015L.jpg

  • Catena: in effetti i terminali sono ancora alti ma sto procedendo con molta (moltissima..) cautela nella sua sagomatura perché non voglio neanche immaginare la catastrofe di scheggiarla/romperla/sbagliarla, quindi sto veramente andandoci cauto...
    Domanda: per "primo e terzo quarto" intendi i punti indicati con la freccia?
    DSC_4012LN.jpg
    Se sono questi i punti, presentano ancora una marcata concavità perché la parte dritta della catena (per lo stesso principio di estrema cautela di prima...) è ancora da abbassare: lo spessore in quel punto (centro della sesta), misurando tutto assieme (tavola e catena), è di 16mm quindi dovrò togliere materiale; togliendolo curerò di più la curvatura.
  • Spessori tavola: a questo punto mi si sono formate delle lastre di ghiaccio sulla schiena perché se per contrastare il rigonfiamento della tavola armonica sotto la tastiera e sotto la cordiera la "garanzia" sarebbero stati i 7mm di marzocco, che succederà con i 4mm effettivi....? :|
  • Suono: considerando il precedente punto, c'è da sperare che in primis non mi imploda tutto........!
Grazie delle dritte, come sempre.
Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 12540
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Re: C'è prima qualità e prima qualità...

Messaggio da claudio »

Mi piace il tuo modo di descrivere le emozioni che provi costruendo questo violino. :mrgreen:

Per primo e terzo quarto della catena, i punti sono esattamente quelli da te indicati, le cui altezze variano in genere dai 9 ai 10mm.

Per quanto riguarda le deformazioni non saprei dirti, non è affatto detto che il violino si deformi in modo drammatico.

Per quanto invece riguarda il cosiddetto scalino prodotto dallo scavo della superficie interna di tavola e fondo, io non parlo solo della zona degli zocchetti di testa e di fondo, per cui è necessaria la cosiddetta area di rispetto (adottando la tecnica costruttiva stradivariana), ma anche di quel raccordo spigoloso che è presente tra superficie di incollaggio fasce e superfici interne, il tutto dovrebbe essere raccordato più dolcemente, senza spigoli. Ogni spigolo sta a significare non solo una brusca interruzione di continuità delle superfici, ma anche delle vibrazioni.
andante con fuoco
Fabrizio1
Frequentatore
Frequentatore
Messaggi: 100
Iscritto il: sabato 16 ottobre 2021, 23:05

Re: C'è prima qualità e prima qualità...

Messaggio da Fabrizio1 »

claudio ha scritto: mercoledì 8 giugno 2022, 18:50 Mi piace il tuo modo di descrivere le emozioni che provi costruendo questo violino. :mrgreen:
Mia moglie dice che ormai ho l'amante...!

claudio ha scritto: mercoledì 8 giugno 2022, 18:50 Per quanto riguarda le deformazioni non saprei dirti, non è affatto detto che il violino si deformi in modo drammatico.
Magari San Abete Rosso da Fiemme mi fa la grazia :mrgreen:


claudio ha scritto: mercoledì 8 giugno 2022, 18:50 Per primo e terzo quarto della catena, i punti sono esattamente quelli da te indicati, le cui altezze variano in genere dai 9 ai 10mm.
Misurati con la tavola o senza?

claudio ha scritto: mercoledì 8 giugno 2022, 18:50 .... ma anche di quel raccordo spigoloso che è presente tra superficie di incollaggio fasce e superfici interne, il tutto dovrebbe essere raccordato più dolcemente, senza spigoli. Ogni spigolo sta a significare non solo una brusca interruzione di continuità delle superfici, ma anche delle vibrazioni.
Attorno alle controfasce ho margini di arrotondamento, ho il materiale e ho ancora parecchia distanza dall'effettivo bordo interno delle controfasce, quindi sarà tutto arrotondato; sugli zocchetti, ahimè, nulla..... al prossimo strumento....

Grazie ancora.
:ciao2:
Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 12540
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Re: C'è prima qualità e prima qualità...

Messaggio da claudio »

Misurati con la tavola o senza?
misurando l'altezza della catena dal piano di incollaggio, quindi senza considerare lo spessore della tavola armonica.
andante con fuoco
Fabrizio1
Frequentatore
Frequentatore
Messaggi: 100
Iscritto il: sabato 16 ottobre 2021, 23:05

Re: C'è prima qualità e prima qualità...

Messaggio da Fabrizio1 »

Ottimo, grazie! Debbo togliere un bel po'.

:ciao2:
Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 12540
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Re: C'è prima qualità e prima qualità...

Messaggio da claudio »

Altezza misurata dal lato interno della catena, quello che guarda la mezzeria della tavola.
andante con fuoco
Fabrizio1
Frequentatore
Frequentatore
Messaggi: 100
Iscritto il: sabato 16 ottobre 2021, 23:05

Re: C'è prima qualità e prima qualità...

Messaggio da Fabrizio1 »

Misura che nel mio caso è parecchio superiore a quella esterna, per via della bombatura parecchio pronunciata.
Grazie mille.
Buona serata
:ciao2:
Fabrizio1
Frequentatore
Frequentatore
Messaggi: 100
Iscritto il: sabato 16 ottobre 2021, 23:05

Re: C'è prima qualità e prima qualità...

Messaggio da Fabrizio1 »

Buonasera a tutti e buon Ferragosto passato... Il mese scorso ho avuto un po' di tempo e ho potuto mettere mano allo strumento, avevo fatto le foto ma non le avevo ancora pubblicate.
Ho rifinito la catena abbassando i terminali e riducendo la concavità nei punti indicati qualche post fa; l'altezza nella parte centrale è di 11,5 mm (altina rispetto a Sacconi, ma il terrore di un bel "crack" da implosione me lo vorrei serenamente evitare); sulla tavola ho poi provveduto ad addolcire la zona fra scavo e piano di incollaggio togliendo la spigolosità che c'era prima.
Ho fatto tutto al meglio delle mie possibilità.
E dei miei timori... :mrgreen:

Ecco le foto:

DSC_4028L.jpg
DSC_4029L.jpg
DSC_4030L.jpg
DSC_4031L.jpg
DSC_4032L.jpg
Nel post qui sotto metto altre 2 foto, che in questo qui non me le carica.
Fabrizio1
Frequentatore
Frequentatore
Messaggi: 100
Iscritto il: sabato 16 ottobre 2021, 23:05

Re: C'è prima qualità e prima qualità...

Messaggio da Fabrizio1 »

Eccole:

DSC_4033L.jpg

DSC_4034L.jpg

Buona serata a tutti e buone ferie (per chi è in ferie... a me domani sveglia sul prestino...)

P.S.: rivedendo le foto che ho pubblicato ora, ho anche fatto le tacche: domani le fotografo anche dall'esterno e le pubblico.

Buona serata.
Fabrizio1
Frequentatore
Frequentatore
Messaggi: 100
Iscritto il: sabato 16 ottobre 2021, 23:05

Re: C'è prima qualità e prima qualità...

Messaggio da Fabrizio1 »

Buonasera, in attesa di trovare il tempo per incollare il piano (e il coraggio per fare la sgusciatura delle palette...) vi mostro le tacche. Per alcuni aspetti le ho trovate ancora più difficili del taglio delle effe perchè sulle effe ho potuto rifinire e aggiustare mentre sulle tacche mi sentivo un po' nella condizione "o la va o butto tutto"; per questo un sudore freddo (non gradevole neanche d'estate) mi ha tenuto compagnia :mrgreen: Spero siano accettabili.


DSC_4045L.jpg

DSC_4046L.jpg

DSC_4047L.jpg
Come sempre, non bruciatemi su una pira di trucioli...
Buona serata a tutti.
:ciao2:
Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 12540
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Re: C'è prima qualità e prima qualità...

Messaggio da claudio »

Se già in queste fasi della costruzione dello strumento sei preso dalle ansie, non oso immaginare cosa accadrà quando arriverai alla verniciatura. :ombr:
andante con fuoco
Rispondi