Piegafasce

Suonare e costruire i violini
Avatar utente
edi
La Liuteria è la sua Religione.
La Liuteria è la sua Religione.
Messaggi: 2173
Iscritto il: venerdì 30 novembre 2007, 0:00
Località: Fulginium ac Vacium
Contatta:

Messaggio da edi » giovedì 21 febbraio 2008, 7:55

Mi viene in mente che si potrebbe utilizzare un vecchio tostapane, di quelli a doppia piastra e sostituire le piastre con il doppio tubo descritto da Claudio. Il tostapane però generalmente ha un termostato, quindi, meglio escludere il termostato, lasciarlo o modificarlo? Ovvero, qual'è la temperatura che deve raggiungere il piegafasce?
Attenzione a non tostare le fasce! Per colazione sono un po' indigeste :D :D :D

Avatar utente
edi
La Liuteria è la sua Religione.
La Liuteria è la sua Religione.
Messaggi: 2173
Iscritto il: venerdì 30 novembre 2007, 0:00
Località: Fulginium ac Vacium
Contatta:

Messaggio da edi » sabato 1 marzo 2008, 13:18

Non risponde nessuno? Voglio dire, potrebbe essere una buona idea? E come intervenire sul termostato?

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 10469
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio » sabato 1 marzo 2008, 13:23

Sorry, non avevo visto questa discussione. La temperatura d'esercizio del piegafasce si aggira intorno ai 150-200°C. Il legno deve piegarsi senza troppo sforzo e senza mostrare bruciature.
andante con fuoco

Avatar utente
edi
La Liuteria è la sua Religione.
La Liuteria è la sua Religione.
Messaggi: 2173
Iscritto il: venerdì 30 novembre 2007, 0:00
Località: Fulginium ac Vacium
Contatta:

Messaggio da edi » sabato 1 marzo 2008, 13:27

Grazie Claudio, ma pensi che potrebbe essere una buona idea quella del tostapane? :)

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 10469
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio » sabato 1 marzo 2008, 13:28

edi ha scritto:Grazie Claudio, ma pensi che potrebbe essere una buona idea quella del tostapane? :)
Non ho idea di come tu possa usare il tostapane, a me sinceramente viene meglio usare un tubo in acciaio di forte spessore e inserirvi dentro una resistenza elettrica.
andante con fuoco

Avatar utente
edi
La Liuteria è la sua Religione.
La Liuteria è la sua Religione.
Messaggi: 2173
Iscritto il: venerdì 30 novembre 2007, 0:00
Località: Fulginium ac Vacium
Contatta:

Messaggio da edi » sabato 1 marzo 2008, 13:32

Pensavo di sostituire le piastre del tostapane con il tubo da te descritto, in pratica è la stessa cosa che inserire le resistenze all'interno del tubo. Non sono molto esperto di apparecchi elettrici, spero di non bruciare tutto :lol:

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 10469
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio » sabato 1 marzo 2008, 13:49

non resta che vedere, resto in fiduciosa attesa. :lol:
andante con fuoco

aldeo
La Liuteria è la sua Religione.
La Liuteria è la sua Religione.
Messaggi: 1662
Iscritto il: domenica 21 gennaio 2007, 0:00
Località: Figline Valdarno (fi)

Messaggio da aldeo » domenica 2 marzo 2008, 1:14

Ho provato in questi giorni ad usare la pistola ad aria. Favolosa!!!! :D :D
dice che l'età porta saggezza; la mia deve averla dimenticata da qualche parte!

TND-storm
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 26
Iscritto il: venerdì 3 febbraio 2006, 0:00
Località: Padova
Contatta:

Messaggio da TND-storm » lunedì 31 marzo 2008, 17:41

Salve!

Sto per tentare anch'io la costruzione di un piegafasce, perchè mi serve di dimensioni maggiori rispetto a quelli in commercio... (non ci farò chitarre nè violini, ma tamburi!).

Volevo segnalarvi che ho trovato dei tubi ovali di diversi materiali, tra cui acciaio e alluminio, venduti come ricambi per marmitte racing da moto:
http://www.virex.it/prodotti.html

Domani vado lì e vedo come sono, ma penso che per lo scopo dovrebbero andare bene!
Poi con una resistenza a candela ed un reostato il problema dovrebbe essere facilmente risolto...

Vi tengo aggiornati!

Ciao
Marco

turi52
Violinaro
Violinaro
Messaggi: 287
Iscritto il: venerdì 1 febbraio 2008, 0:00
Località: Acireale CT

piegafasce

Messaggio da turi52 » lunedì 31 marzo 2008, 19:52

Per TND-storm.Io ho visto i piegafasce per tamburi,i tamburelli siciliani, non so se tu devi fare la stessa costruzione,ma quelli non sono a calore.
il legno da curvare passa attraverso due assi cilindrici che girano con un motore piano piano questi assi sono:uno liscio e uno quello del lato interno dentato.Quando il legno entra in questi assi quello dentato a forte pressione schiaccia le fibre del legno il quale automaticamente si accorcia e di coseguenza si accattorcia ed il tutto è fatto.A questo punto bisogna solo incollarli.Se tu invece parli di tamburi tipo rullante timpano di una batteria il tutto è diverso.La penso che per curvare il legno non basta il piegalegno elettrico,ma il legno dovrebbe essere bollito .

Saluti Turi52
  L'UOMO PUO'ESSERE UCCISO MA NO SCONFITTO

TND-storm
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 26
Iscritto il: venerdì 3 febbraio 2006, 0:00
Località: Padova
Contatta:

Messaggio da TND-storm » lunedì 31 marzo 2008, 21:49

Non bollito, ma piegato a vapore! Ma di solito anche se a strato unico i fusti piegati a vapore sono spessi almeno 5-6 mm (ma di solito di più), quindi il piegafasce in questo caso non serve a nulla.

Io parlo di tamburi per batterie, ma la costruzione che ho in mente è completamente fuori da ogni standard... :P

Dovendo costruire un piegafasce ho notato questo topic nel forum e ho segnalato un'altra soluzione possibile, spero possa essere utile a qualcuno! :wink:

Ciao
Marco

TND-storm
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 26
Iscritto il: venerdì 3 febbraio 2006, 0:00
Località: Padova
Contatta:

Messaggio da TND-storm » lunedì 31 marzo 2008, 21:50

doppio post, mi scuso... :oops:
Ultima modifica di TND-storm il martedì 1 aprile 2008, 22:56, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 10469
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio » lunedì 31 marzo 2008, 23:08

io sono andato sul sito ma a parte marmitte di ogni tipo non ho visto tubi che possono essere impiegati come piegafasce. Inoltre non credo che da quelle parti (il produttore di marmitte), regali quei tubi. Forse si fa prima a farsi un modello e poi portarlo in una fonderia di alluminio, in questo modo la spesa non è tra le più basse (ma nemmeno troppo alta), e si ha qualcosa che si adatta perfettamente al nostro scopo.
andante con fuoco

TND-storm
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 26
Iscritto il: venerdì 3 febbraio 2006, 0:00
Località: Padova
Contatta:

Messaggio da TND-storm » martedì 1 aprile 2008, 22:53

I tubi sono nel listino dei ricambi:
http://www.virex.it/componenti_ita.xls

Ci ho fatto un salto oggi e ho preso dei tubi, ovali di sezione 120x90 e 80x65, così posso metterli uno dentro l'altro e riempiendo l'intercapedine che rimane dovrei ottenere una buona propagazione del calore.
I tubi sono in acciaio inox.

Ho dovuto prenderne più del necessario, se a qualcuno interessa gli posso mandare un tubo per tipo...

Per riempirli ho pensato alle polveri di metalli che vende Kremer, in particolare lo Zinco è abbastanza economico e fonde a 400 gradi quindi dovrebbe essere semplice fondercene un po' dentro...

Ciao!
Marco

Avatar utente
Atomino
La Liuteria è la sua Religione.
La Liuteria è la sua Religione.
Messaggi: 1642
Iscritto il: sabato 1 aprile 2006, 0:00
Località: Botticino o Salo', tra Maggini e Gasparo
Contatta:

Messaggio da Atomino » mercoledì 2 aprile 2008, 8:19

Ciao Marco.
Che spessore hanno i tubi?

Albert
- Alberto Soccini -

Rispondi