Disegno e costruzione prima forma PG

Suonare e costruire i violini
Rispondi
Nico09
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 44
Iscritto il: venerdì 5 agosto 2016, 0:00
Località: Bologna

Sovrapposizione forma P

Messaggio da Nico09 » domenica 17 settembre 2017, 17:52

Seguendo il consiglio di Ananasso e le misure di Davide, ho ridisegnato. Sovrapposizione forma P https://imgur.com/gallery/uvpcD qui è ricalcata su un lucido e sovrapposta alla scansione del Tiziano. Anche se in alcuni punti non è perfettamente aderente, mi sembra che possa finalmente andare! Che dite?

Grazie a Davide e Ananasso per le dritte!

Avatar utente
davidesora
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 1745
Iscritto il: lunedì 29 novembre 2010, 0:00
Località: Cremona
Contatta:

Re: Disegno e costruzione prima forma PG

Messaggio da davidesora » domenica 17 settembre 2017, 23:51

La larghezza alla base dei tasselli inferiori sembra un po' larga. Questo probabilmente renderà anche la curva risultante dei tasselli più piatta, e queste due caratteristiche appartengono più alle forme PG e G, mentre la P si differenzia da queste altre due proprio per la curva della parte inferiore più rotonda e la curva dei tasselli sia inferiori che superiori più scavata (meno piatta) dando come risultato delle punte generalmente più slanciate con riminescenze amatizzate.

Nico09
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 44
Iscritto il: venerdì 5 agosto 2016, 0:00
Località: Bologna

Re: Disegno e costruzione prima forma PG

Messaggio da Nico09 » mercoledì 4 ottobre 2017, 13:26

Nuova sovrapposizione, mi sembra decisamente meglio Delle altre....
Forma P 1705 Tiziano 4/10/17 https://imgur.com/gallery/HQJVH

Avatar utente
davidesora
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 1745
Iscritto il: lunedì 29 novembre 2010, 0:00
Località: Cremona
Contatta:

Re: Disegno e costruzione prima forma PG

Messaggio da davidesora » mercoledì 4 ottobre 2017, 16:07

Sembra Ok.

Nico09
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 44
Iscritto il: venerdì 5 agosto 2016, 0:00
Località: Bologna

Re: Disegno e costruzione prima forma PG

Messaggio da Nico09 » domenica 19 novembre 2017, 20:39

Voi che metodo utilizzate per trasferire il disegno su legno? Io per ora ho provato con una semiforma di compensato 4mm e anche in plexiglass ma entrambe hanno dato scarsi risultati per via del riallineamento non troppo preciso e per la difficoltà di riportare le varie linee sulla forma stessa. Forse il disegno diretto è più preciso?

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 10516
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Re: Disegno e costruzione prima forma PG

Messaggio da claudio » domenica 19 novembre 2017, 21:06

Io la ridisegno su tavola, una volta tracciati tutti gli assi di riferimento. Oppure un risultato altrettanto buono si ottiene fissando su tavola il disegno a cui sotto è stata posta carta copiativa, da lì si tracciano gli assi e poi le relative curve con il compasso.
andante con fuoco

Nico09
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 44
Iscritto il: venerdì 5 agosto 2016, 0:00
Località: Bologna

Re: Disegno e costruzione prima forma PG

Messaggio da Nico09 » domenica 19 novembre 2017, 21:19

Grazie, intanto proverò con carta copiativa!

Avatar utente
davidesora
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 1745
Iscritto il: lunedì 29 novembre 2010, 0:00
Località: Cremona
Contatta:

Re: Disegno e costruzione prima forma PG

Messaggio da davidesora » domenica 19 novembre 2017, 23:26

Io fisso una copia del disegno (fatta con carta da lucido per centrare le mezzerie) sul pezzo di legno della forma e lo trasferisco facendo tanti piccoli fori con una punta da segno molto sottile e affilata lungo il contorno del disegno esattamente all'interno del segno della matita. Il risultato è il riporto del contorno tracciato da tanti piccoli forellini sul legno, che serviranno come guida per il taglio e per avvicinarsi al contorno finale. Poi durante la lavorazione perfeziono il contorno riportandolo sulla solita carta da lucido e sovrapponendolo al disegno originale di riferimento per valutarne la corrispondenza e vedere dove c'è ancora da togliere legno.
Un sistema simile al trasferimento a spolvero da sempre utilizzato da artigiani e artisti fin da tempi remoti.
Funziona ed è sorprendentemente preciso.

Arca
Violinaro
Violinaro
Messaggi: 299
Iscritto il: lunedì 5 ottobre 2015, 0:00
Località: Livorno
Contatta:

Re: Disegno e costruzione prima forma PG

Messaggio da Arca » lunedì 20 novembre 2017, 16:29

Non so se può piacere o esserti utile, io insieme alla forma taglio e rifinisco anche una forma compresa delle punte e del contorno tasselli, faccio quattro fori con un trapano a colonna da 20/25 mm di diametro sul legno e sulla formica, ci metto dei tondi in legno passanti che tengono insieme forma in legno e in formica e sagomo il tutto, dopo tolgo la formica e tolgo i sei innesti per gli zocchetti. Così facendo una volta incollati gli zocchetti ci piazzo la forma in formica è segno perfettamente le punte e gli zocchetti di testa e di fondo
Alessandro Mattei

Nico09
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 44
Iscritto il: venerdì 5 agosto 2016, 0:00
Località: Bologna

Re: Disegno e costruzione prima forma PG

Messaggio da Nico09 » martedì 21 novembre 2017, 8:49

Grazie Arca, se ho ben capito con questo metodo puoi tracciare i contorni di punte e zocchetti in maniera forse più armonica, rispetto ai singoli modellini?

Arca
Violinaro
Violinaro
Messaggi: 299
Iscritto il: lunedì 5 ottobre 2015, 0:00
Località: Livorno
Contatta:

Re: Disegno e costruzione prima forma PG

Messaggio da Arca » martedì 21 novembre 2017, 19:26

Nico09 ha scritto:
martedì 21 novembre 2017, 8:49
Grazie Arca, se ho ben capito con questo metodo puoi tracciare i contorni di punte e zocchetti in maniera forse più armonica, rispetto ai singoli modellini?
Si, a me non dava molta sicurezza usare solo i modellini di punte e tasselli, mi sono creato questa mascherina in formica e mi trovo veramente bene

Immagine

Immagine
Alessandro Mattei

Avatar utente
piase
moderatore
Messaggi: 317
Iscritto il: venerdì 7 gennaio 2005, 0:00
Contatta:

Re: Disegno e costruzione prima forma PG

Messaggio da piase » martedì 21 novembre 2017, 20:10

Ne bastano due, anche da 6-8 mm. Se la forma è asimmetrica conviene metterli sfalsati in diagonale.

Arca
Violinaro
Violinaro
Messaggi: 299
Iscritto il: lunedì 5 ottobre 2015, 0:00
Località: Livorno
Contatta:

Re: Disegno e costruzione prima forma PG

Messaggio da Arca » martedì 21 novembre 2017, 21:38

piase ha scritto:
martedì 21 novembre 2017, 20:10
Ne bastano due, anche da 6-8 mm. Se la forma è asimmetrica conviene metterli sfalsati in diagonale.
Certo, per tracciare ne bastano anche due piccoli, io lo ho fatti grandi perché uso i fori grandi anche per le lavorazioni e l'incollaggio
Alessandro Mattei

Avatar utente
davidesora
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 1745
Iscritto il: lunedì 29 novembre 2010, 0:00
Località: Cremona
Contatta:

Re: Disegno e costruzione prima forma PG

Messaggio da davidesora » mercoledì 22 novembre 2017, 15:55

Nico09 ha scritto:
martedì 21 novembre 2017, 8:49
Grazie Arca, se ho ben capito con questo metodo puoi tracciare i contorni di punte e zocchetti in maniera forse più armonica, rispetto ai singoli modellini?
Questo sistema è ottimo per mantenere la simmetria, quello che si perde è la possibilità di effettuare modifiche cambiando leggermente la posizione dei modellini, che è uno dei vantaggi del sistema stradivariano (modellini piccoli per ogni tassello).
Il punto critico del sistema con i perni è che dopo un po' (o anche subito se non si lavora con estrema precisione) si crea del gioco tra i perni e i fori vanificando la precisione iniziale.
Ma tutta sta precisione e simmetria poi è proprio necessaria? Non esiste un solo Stradivari che ha le punte e le C uguali.... :)

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 10516
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Re: Disegno e costruzione prima forma PG

Messaggio da claudio » mercoledì 22 novembre 2017, 17:04

Mi aggiungo all'osservazione di Davide, i modelli servono solo come un riferimento iniziale e per avere un'idea della distanza tra le punte, ma il lavoro di sgorbia produrrà certamente variazioni rispetto al disegno iniziale, questo è il bello della forma interna. E se le effe vengono disegnate secondo il metodo stradivariano (vedi Sacconi), anche queste saranno in qualche modo disposte in modo più o meno asimmetrico perchè seguiranno le curve degli zocchetti inferiori e quelle del contorno fasce.
andante con fuoco

Rispondi