riconoscere pernambuco

Forum dedicato all'archetto e alle sue problematiche.
Rispondi
Avatar utente
ariele
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 122
Iscritto il: lunedì 12 aprile 2010, 0:00
Località: arezzo
Contatta:

riconoscere pernambuco

Messaggio da ariele » giovedì 16 giugno 2011, 20:13

come si può riconoscere a vista il legno pernambuco in un arco?

Avatar utente
Barbamarco
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 468
Iscritto il: mercoledì 28 febbraio 2007, 0:00
Località: prov. Vercelli
Contatta:

Messaggio da Barbamarco » giovedì 16 giugno 2011, 20:53

Il pernambuco lo si può riconoscere dalla colorazione; va dal giallo limone al marrone scuro passando per l'arancione e il rosso.. Ha una fibra molto compatta con un poro molto stretto,a differenza del suo " fratello" più brutto cioè il legno Brasile che presenta una fibra più frastagliata e un poro più largo...
Immagine Immagine

Avatar utente
ariele
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 122
Iscritto il: lunedì 12 aprile 2010, 0:00
Località: arezzo
Contatta:

Messaggio da ariele » venerdì 17 giugno 2011, 18:53

mi rendo conto che bisogna essere esperti... grazie comunque

Avatar utente
robinwood
Violinaro
Violinaro
Messaggi: 337
Iscritto il: mercoledì 19 maggio 2010, 0:00

Messaggio da robinwood » mercoledì 22 giugno 2011, 0:44

...a proposito di pernambuco, questo lo è ?

nei vecchi archi sembra più difficile poi...

http://imageshack.us/f/31/dscf7053s.jpg/


la fibra non sembra molto compatta però non mi sembra legno brasile nè verzino, almeno spero.



grazie di nuovo...

Avatar utente
Barbamarco
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 468
Iscritto il: mercoledì 28 febbraio 2007, 0:00
Località: prov. Vercelli
Contatta:

Messaggio da Barbamarco » mercoledì 22 giugno 2011, 13:55

Dalla foto si direbbe legno brasile in quanto la fibra è molto larga....chiaro che non c'è niente di più preciso che l'osservazione diretta.
Immagine Immagine

Avatar utente
robinwood
Violinaro
Violinaro
Messaggi: 337
Iscritto il: mercoledì 19 maggio 2010, 0:00

Messaggio da robinwood » mercoledì 22 giugno 2011, 21:14

Grazie per la risposta...volevo solo aggiungere però una buona parola circa il legno verzino, l'ho nominato prima, se no sembra che sia necessariamente da evitare.

questo della foto sotto sarà un caso, visto il nervo incredibilmente forte nonostante poi l'età avanzata, ma penso sia davvero un ottimo esempio per rivalutarne l'immagine.




http://imageshack.us/photo/my-images/20/dscf7065.jpg/
http://imageshack.us/photo/my-images/545/dscf7064g.jpg/

Avatar utente
Barbamarco
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 468
Iscritto il: mercoledì 28 febbraio 2007, 0:00
Località: prov. Vercelli
Contatta:

Messaggio da Barbamarco » giovedì 23 giugno 2011, 9:55

Attenzione che per alcune fonti, "pernambuco" e "verzino" sono due sinonimi che indicano lo stesso legno, mentre altre preferiscono indicare con questo termine un legno simile ma di qualità leggermenre inferiore. Dipende tu a quale di queste due fai riferimento. In ogni caso, "pernambuco" è il nome commerciale della "Caesalpina Echinata" e, se controlli anche in rete, alcuni fanno coincidere con questa specie il verzino, altri no. Un mio cliente brasiliano comunque faceva presente, tempo fa, che "pernambuco" è il nome con cui viene chiamato all'estero: nel suo Paese viene definito col nome di "Pau Brasil". L'ambiguità sui termini, come vedi, è ampia.

Ma scusa, non ho capito dove sta puntando la discussione... sarebbe importante per darti una risposta soddisfacente
Immagine Immagine

Avatar utente
robinwood
Violinaro
Violinaro
Messaggi: 337
Iscritto il: mercoledì 19 maggio 2010, 0:00

Messaggio da robinwood » giovedì 23 giugno 2011, 16:05

Chiedo scusa, mi dispiaceva solo che la discussione di questo topic sembrava si fosse arenata prima del nascere con lo scoramento dell'utente che l'aveva aperta. Proprio perchè ci son passato ormai alcuni lustri fa, so quanto sia difficile trovare con un budget limitato un buon arco sperando magari sia in pernambuco. Ti possono vendere di tutto specialmente quando sei alle prime armi, ne so qulacosa purtroppo.. soprattutto trattandosi di pernambuco (che poi alla fine è ''solo'' il cuore del medesimo albero del legno brasile, molti giocano su questo equivoco...)

Ho postato le foto anche qui sempre per cercare di dare un piccolo contributo, per quanto mi è possibile, per poter riconoscere visivamente il legno più pregiato da un altro e anche per segnalare, nella mia limitata esperienza, che se un arco ha un ottimo nervo ed è di buona fattura, può risultare comunque eccellente come prestazioni, anche se in legno verzino e quindi di gran lunga molto, ma molto più accessibile come costo dei rispettivi professionali in pernambuco. Anche il precedente, in probabile legno brasile, è anch'esso comunque ben fatto, avrà almeno quarant'anni ma il nervo è ancora perfetto, seppure per scelta meno rigido dell'altro. Insomma era anche un vano tentativo di difendere il legno in sè come scelta per l'arco, prima di ripiegare subito, per evitare di sbagliare, su materiali alternativi sintetici moderni.



p.s.
circa il Verzino, quello che ho capito dalle mie ricerche sembra si tratti del legno della Caesalpina sapan, importato dall'India e Indocina fin dal MedioEvo (lì chiamato Verzì) e poi successivamente rinvenuto in America meridionale in grande quantità, e da qui il Brasile fu chiamato all'inizio Terra del Verzino. Ma non era proprio identico, ma molto simile, ovvero il Caesalpina echinata.


Inserisco la fonte che ho trovato più esplicativa
(fonte: http://www.summagallicana.it/Volume1/A.VIIII.8.08.a.htm )

Avatar utente
Barbamarco
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 468
Iscritto il: mercoledì 28 febbraio 2007, 0:00
Località: prov. Vercelli
Contatta:

Messaggio da Barbamarco » giovedì 23 giugno 2011, 16:31

Quella che citi tu è appunto una delle due versioni...come ti avevo già detto io... L'altra è quella sostenuta fra gli altri su Malusi che usa verzino e pernambuco come sinonimo dello stesso legno.
Immagine Immagine

Avatar utente
robinwood
Violinaro
Violinaro
Messaggi: 337
Iscritto il: mercoledì 19 maggio 2010, 0:00

Messaggio da robinwood » giovedì 23 giugno 2011, 20:36

E' vero...l'avevi ben anticipato, ho solo evidenziato la fonte della mia risposta per correttezza.

Devo dire mi sono un pò dilungato sul verzino e sicuramente non aggiunto nulla di nuovo, il titolo del topic poi era ''come riconoscere il pernambuco a vista''...spero comunque di aver dato un piccolo contributo visivo con le foto.

Grazie di nuovo...

Avatar utente
giovim
Violinaro
Violinaro
Messaggi: 432
Iscritto il: domenica 29 agosto 2010, 0:00
Località: roma
Contatta:

Messaggio da giovim » mercoledì 5 ottobre 2011, 22:16

ciao Marco, lo sò che avrai già risposto a queta domanda, ma non sono riuscito a trovare la risposta quindi te la faccio qui: vorrei costruire il mio primo archetto, ma mi sembra un po' troppo precipitoso spendere 90 o più euro per comprare la bacchetta di pernabucco dalla quale ricavarci l'archetto che essendo il primo non sò neanche come suonerà (dici certo se queste sono le premesse...), quindi posso usare almeno per il primo archetto, per prendere dimestichezza con le varie fasi di costruzione, un legno che sia più economico? non dico addirittura il frassino (di cui ne ho circo mezzo metro cubo)...mi merito una BACCHETTAta sulle mani?
il bello non è arrivare in cima, ma come ci si arriva

Zumthor_Lanaro
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 3
Iscritto il: martedì 15 aprile 2014, 0:00

archetto pernambuco

Messaggio da Zumthor_Lanaro » mercoledì 16 aprile 2014, 2:37

Salve a tutti! Anche io mi chiedevo come riconoscere il legno dell'archetto.
Ho un archetto in carbonio ma non può dare lo stesso tocco del pernam, perciò vi chiedo se sapete delle marche buone di archetti in pernam sui 400-500 euro.
Grazie..

Corial
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 18
Iscritto il: domenica 16 novembre 2008, 0:00
Località: Molfetta

Re: riconoscere pernambuco

Messaggio da Corial » lunedì 13 marzo 2017, 8:47

Io con 400, 500 euro alla ricerca da anni non ho trovato un archetto che mi soddisfi. Penso che necessariamente si deve andare più su.
Nicola

Rispondi