Violoncello Miriam

da Bach a Kodaly, uno strumento di incredibile bellezza.
Rispondi
Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 12202
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Re: Violoncello Miriam

Messaggio da claudio »

Io intendo una scheggia di legno il più possibile analogo a quello circostante e che vada a chiudere al meglio la fessura che hai prodotto per eliminare il legno guasto. Se poi è anche passante perché il quel punto lo spessore è sottile, allora saresti anche avvantaggiato perché lavorare su taglio cieco è molto difficile.
andante con fuoco
Giuseppe45
Utente Attivo
Utente Attivo
Messaggi: 225
Iscritto il: giovedì 4 febbraio 2016, 0:00
Località: Salerno

Re: Violoncello Miriam

Messaggio da Giuseppe45 »

Grazie Claudio, infatti seguo il tuo consiglio, lo considero già passante penso che lavorare su di uno squarcio aperto sia più agevole! ho già individuato il pezzo di acero da lavorare per la sostituzione, stessa marezzatura e corrispondente al pezzo che eliminerò. Grazie.
Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 12202
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Re: Violoncello Miriam

Messaggio da claudio »

Abbi cura di tagliare le pareti della fessura in modo leggermente convergente, così che la tacca a mo' di cuneo vada a chiudere perfettamente. Se fai fatica a far combaciare la tacca con i margini della fessura, puoi sporcare le pareti con un poco di gesso e quindi togliere con il coltello le tracce che rimangono sulla tacca o cuneo che dir si voglia. Una volta constatato che l'accoppiamento sia soddisfacente, pulisci bene dai residui del gesso, e poi puoi incollare con colla a caldo. E' un lavoro che va condotto con pazienza, io ti ho delineato in modo approssimativo le modalità usando un buon coltello da liutaio, ma si può usare una sgorbia, uno scalpello, o qualsiasi altro attrezzo da taglio al momento ti paia più logico usare. Sconsigliabile usare carte abrasive perché oltre ad alzare il pelo del legno, arrotonderesti gli spigoli, tutt'alpiù potresti aiutarti con una buona rasiera o una lima di giuste dimensioni e taglio fine.
andante con fuoco
Giuseppe45
Utente Attivo
Utente Attivo
Messaggi: 225
Iscritto il: giovedì 4 febbraio 2016, 0:00
Località: Salerno

Re: Violoncello Miriam

Messaggio da Giuseppe45 »

Grazie Claudio, mi hai preceduto, infatti è proprio quello che ti avrei chiesto stamattina! una svasatura a cuneo di alcuni decimi. Siccome dispongo di sega circolare per il taglio delle cornici( lama a 72 denti) quindi taglio perfetto, partirei dalla tacca squadrata a 90 gradi per poi dare la leggera svasatura a pialla o a lima. Sul fondo dovrò usare necessariamente delle lime, è giusto questo procedimento? Ancora grazie!
Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 12202
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Re: Violoncello Miriam

Messaggio da claudio »

Letta così sembra che tu voglia lavorare con una sega circolare elettrica il fondo da riparare, allora è meglio che il fondo rimanga com'è. Se invece si vuole usare un utensile elettrico per preparare di sgrosso il cuneo che andrà a chiudere la falla, va benissimo, ma bisogna poi andare a mano per avere sicurezza e controllabilità del lavoro.
andante con fuoco
Giuseppe45
Utente Attivo
Utente Attivo
Messaggi: 225
Iscritto il: giovedì 4 febbraio 2016, 0:00
Località: Salerno

Re: Violoncello Miriam

Messaggio da Giuseppe45 »

:D Intendevo proprio questo: taglio di sgrosso della tacca a 90 gradi e poi perfezionamento della stessa a mano. Ancora grazie.
Giuseppe45
Utente Attivo
Utente Attivo
Messaggi: 225
Iscritto il: giovedì 4 febbraio 2016, 0:00
Località: Salerno

Re: Violoncello Miriam

Messaggio da Giuseppe45 »

Qualche immagine del lavoro sulla tacca, ho preparato tutto devo solo incollare, ho trovato il pentolino della colla con residui di muffa, devo pulire per bene il pentolino e rifare la colla!! Un salut
IMG_3153.JPG
IMG_3148.JPG
IMG_3147.JPG
IMG_3146.JPG
IMG_3151.JPG
o a tutti!
Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 12202
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Re: Violoncello Miriam

Messaggio da claudio »

Purtroppo a distanza non si possono dare tutte le indicazioni del caso, altrimenti ti avrei consigliato senz'altro di evitare questo tassello a forma rettangolare che va a togliere legno sano senza ragione. Sarebbe bastato tagliare solo la zona guasta per lungo lasciando una fessura da riempire con un cuneo sottile di legno, senz'altro più facile e immediato da fare, ma sopratutto avrebbe garantito una minore visibilità della riparazione.

La colla a caldo andrebbe cambiata dopo 8 ore dalla sua preparazione, questo garantisce che sia al massimo delle sue qualità adesive. Dopo una giornata di lavoro è bene che sia buttata via perché inizia la proliferazione batterica che ne indebolisce la forza.
andante con fuoco
Giuseppe45
Utente Attivo
Utente Attivo
Messaggi: 225
Iscritto il: giovedì 4 febbraio 2016, 0:00
Località: Salerno

Re: Violoncello Miriam

Messaggio da Giuseppe45 »

Col senno di poi, effettivamente ho tolto più di quello che serviva, ma ho pensato che così avrei guadagnato superficie di incollaggio perchè in quella zona lo spessore era veramente esiguo!Ma ormai è fatta e non ci penso più. Grazie Claudio per la tua consulenza a distanza!
Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 12202
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Re: Violoncello Miriam

Messaggio da claudio »

In generale, per questo tipo di riparazioni è sempre bene evitare tasselli squadrati, anche per ragioni di affidabilità della tenuta nel tempo.
andante con fuoco
Giuseppe45
Utente Attivo
Utente Attivo
Messaggi: 225
Iscritto il: giovedì 4 febbraio 2016, 0:00
Località: Salerno

Re: Violoncello Miriam

Messaggio da Giuseppe45 »

Per l'affidabilità di tenuta cosa conviene fare all'interno del polmone? forse sarebbe stato meglio inserire il cuneo dalla parte interna?
Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 12202
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Re: Violoncello Miriam

Messaggio da claudio »

A questo punto non saprei davvero cosa fare, fosse mio io lo scarterei e passerei allegramente (si fa per dire), ad un altro fondo.
andante con fuoco
Giuseppe45
Utente Attivo
Utente Attivo
Messaggi: 225
Iscritto il: giovedì 4 febbraio 2016, 0:00
Località: Salerno

Re: Violoncello Miriam

Messaggio da Giuseppe45 »

E stata una fatica immane, procedo e la perfezione la lascio al prossimo lavoro, cominciando dalla buona scelta del legno. In effetti questo fondo l'ho pagato anche bene. Considero anche questa esperienza! non si finisce mai di imparare! Ad maiora!
Giuseppe45
Utente Attivo
Utente Attivo
Messaggi: 225
Iscritto il: giovedì 4 febbraio 2016, 0:00
Località: Salerno

Re: Violoncello Miriam

Messaggio da Giuseppe45 »

Potreste indicarmi il peso di un fondo in acero? so che dipende dalla densità,stagionatura ed altri parametri, ma mi accontento di un valore medio anche se approssimato di un fondo in acero di violoncello. Grazie a chi vorrà rispondermi. Cordialità Giuseppe.
Giuseppe45
Utente Attivo
Utente Attivo
Messaggi: 225
Iscritto il: giovedì 4 febbraio 2016, 0:00
Località: Salerno

Re: Violoncello Miriam

Messaggio da Giuseppe45 »

Ci stiamo avvicinando agli spessori dovuti, il peso del fondo è su 1 Kg. c'è ancora legno da togliere, è ancora piuttosto rigido. A proposito di spessori, cosa pensate della teoria degli " spessori differenziati " del fisico Jack Fry ? Cordialità Giuseppe
IMG_3186.JPG
IMG_3184.JPG
Rispondi