Corde violoncello

da Bach a Kodaly, uno strumento di incredibile bellezza.
Rispondi
Giuseppe45
Utente Attivo
Utente Attivo
Messaggi: 225
Iscritto il: giovedì 4 febbraio 2016, 0:00
Località: Salerno

Corde violoncello

Messaggio da Giuseppe45 »

Potreste dirmi la differenza in termini di resa e qualità del suono tra corde "Dolci " corde "Medium"e corde " Forte"? Grazie a coloro che vorranno rispondere.
RoseViolin
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 32
Iscritto il: mercoledì 14 agosto 2019, 9:26

Re: Corde violoncello

Messaggio da RoseViolin »

Ciao, mi viene da dire che più le corde sono "tese" e più ci sarà volume. Di conseguenza le corde "strong" dovrebbero essere un po' più aspre ma molto potenti e reattive. Mentre le "soft" avranno meno volume ma più dolcezza.
Aspettiamo però il parere di qualcuno più esperto, io ho risposto così pensando al budello o alle Eudoxa (soft) rispetto alle Evah Pirazzi (già le medium sono dure) per dire
Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 12145
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Re: Corde violoncello

Messaggio da claudio »

Con le corde sintetiche o in acciaio di oggi è bene rimanere in ambito medio, funzionano al meglio nella stragrande maggioranza dei casi. E' pur vero che usando corde in budello di qualità come le Olive o le Eudoxa, si hanno a disposizione più calibri, ma questa è una prerogativa del budello. In genere le corde "strong" producono sì un maggior volume di suono, ma spesso lo fanno a scapito della produzione di armonici e della prontezza, come le "light" possono restituire un timbro poco corposo. Quindi consiglio cautela e fare molte prove.
andante con fuoco
Giuseppe45
Utente Attivo
Utente Attivo
Messaggi: 225
Iscritto il: giovedì 4 febbraio 2016, 0:00
Località: Salerno

Re: Corde violoncello

Messaggio da Giuseppe45 »

Qualcuno ha esperienza delle "Tomastik Versum" e "Versum solo"?
Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 12145
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Re: Corde violoncello

Messaggio da claudio »

Spirocore e sarai felice.
andante con fuoco
RoseViolin
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 32
Iscritto il: mercoledì 14 agosto 2019, 9:26

Re: Corde violoncello

Messaggio da RoseViolin »

Io ho appena cambiato le corde. Avevo le jargar medie. Bene, non volevo spendere e le spirocore costavano troppo, per non parlare delle flexocor... Ho preso delle Dogal Marchio Rosso (43 euro tutta la muta): per quanto costano mi sembra pure che suonino decentemente!! Il suono è leggermente più “freddo” delle Jargar e “decisamente più freddo” delle flexocor. Mi ritengo comunque soddisfatta.
Ho pensato di scrivere perché di queste Dogal non ne parla mai nessuno xD
Avatar utente
sullacorda
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 331
Iscritto il: lunedì 17 aprile 2006, 0:00

Re: Corde violoncello

Messaggio da sullacorda »

Io sto usando le Kaplan, che a detta del mio ex insegnante, gli erano state suggerite da Mario Brunello. Devo dire che non sono male .. il problema per me è che sul violino cambio le corde circa una volta all'anno e sul violoncello ogni 2 .. a questo punto non è che uno può fare poi tutte queste prove :)
RoseViolin
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 32
Iscritto il: mercoledì 14 agosto 2019, 9:26

Re: Corde violoncello

Messaggio da RoseViolin »

Io sul violino le cambio ogni 6 mesi circa... sul violoncello invece ogni 2/3 anni xD Quindi sì, uno non è che fa tante prove ahah
Diciamo che però appena potrò permettermelo investirò sulle flexocor xD
Avatar utente
sullacorda
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 331
Iscritto il: lunedì 17 aprile 2006, 0:00

Re: Corde violoncello

Messaggio da sullacorda »

Ho appena fatto l’acquistone: larsen + spirocore wolfram ... 250 ... mi è saltato il la e in effetti hanno quasi 3 anni .. lo strumento le merita di certo .. speriamo anch’io!
RoseViolin
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 32
Iscritto il: mercoledì 14 agosto 2019, 9:26

Re: Corde violoncello

Messaggio da RoseViolin »

Ho un quesito rispetto al violoncello.
Essendoci strumenti di tutti i prezzi, che vanno dai 400 ai 7000 euro (escludendo quelli di liuteria, dove il prezzo é ben più alto), mi chiedevo: quale strumento merita l'accoppiata spirocore wolfram + larsen?

A me verrebbe da provare perché penso che il mio strumento meriti, ma non é certo uno strumento d'autore. Solo gli strumenti di liuteria meritano quelle corde?

Grazie per il chiarimento
Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 12145
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Re: Corde violoncello

Messaggio da claudio »

Esistono strumenti di fabbrica o semi artigianali che suonano benissimo che meritano non solo corde di prima qualità, ma soprattutto una montatura ad hoc che ne valorizzi le prestazioni. Sarebbe infatti poco sensato montare corde professionali su uno strumento con un brutto ponticello o un'anima non adatta, problema comune degli strumenti cosiddetti economici. Quindi prima di investire nelle corde bisogna sempre accertarsi che lo strumento sia montato e messo a punto in modo ottimale. Una buona messa a punto, tralasciando le verifiche periodiche, può durare anche 30 anni, quindi è un investimento buono sotto tutti i punti di vista.

Nel mio messaggio precedente ho raccomandato l'uso delle Spirocore normali, il cui prezzo è molto accessibile, ma ho dimenticato di dire che le preferisco sui miei strumenti non solo perché sono in grado di restituirmi un tono neutro sul quale basare il mio giudizio, ma proprio perché strumenti costruiti da me, ne curo particolarmente la montatura e la messa a punto, per cui anche una muta di corde normali non impedisce allo strumento di esprimere tutte le sue potenzialità.

Quindi è importante che le corde vengano scelte per le loro reali qualità sonore e non, come accade spesso, per compensare eventuali deficienze dello strumento.
andante con fuoco
RoseViolin
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 32
Iscritto il: mercoledì 14 agosto 2019, 9:26

Re: Corde violoncello

Messaggio da RoseViolin »

Grazie Claudio, ho capito.
Allora lo strumento che ho adesso è un Jay hayde che ho in affitto. Nel frattempo sono andata a provare un po’ (quei pochi che trovo di quella misura) di violoncelli che andavano dai 3000 ai 6000 euro... e niente il loro suono proprio non mi piaceva: alcuni erano “poco sonori”, altri “piatti”. In sostanza non ho trovato nulla che mi piacesse come questo strumento che ho affittato dal liutaio. In pratica lo strumento gli arriva “nudo”: piroli, cordiera, anima e ponticello li fa/monta il liutaio. Adesso ho montato delle cordacce (muta intera 45 euro) perché tanto il mio livello non richiede chissà cosa e nonostante questo lo strumento male non suona. Per questo mi stavo informando su quella combinazione di corde :)
Avatar utente
sullacorda
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 331
Iscritto il: lunedì 17 aprile 2006, 0:00

Re: Corde violoncello

Messaggio da sullacorda »

Grazie Claudio, la prossima volta proverò quelle in argento allora. Come ho scritto non le cambio spesso e quindi é fatica cambiare e rischiare.
Grazie
Avatar utente
sullacorda
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 331
Iscritto il: lunedì 17 aprile 2006, 0:00

Re: Corde violoncello

Messaggio da sullacorda »

È da poco meno di una settimana che ho cambiato le corde e devo dire che per il la e il re il suono risulta molto più pronto e dolce mentre per i bassi, a parte l’iniziale metallicitá del suono, ho notato una maggiore potenza e risonanza. Grazie dei consigli ciao
Rispondi