Mondomusica 2012

Avatar utente
violino7
Utente Esperto II
Utente Esperto II
Messaggi: 3403
Iscritto il: martedì 9 gennaio 2007, 0:00
Località: Roma

Messaggio da violino7 »

claudio ha scritto:
violino7 ha scritto:
Questo liutaio è Luca Salvatori.
Si chiama Luca SALVADORI.

Sì, me ne ero accorto, ma non volevo intervenire con l'ennesima correzione! :(
Nella prima foto che ho postato si legge anche il suo nome sullo sfondo.
.
Ricercare sopra tutto due cose: la verità e la bellezza.

- Lino Santoro -
Avatar utente
violino7
Utente Esperto II
Utente Esperto II
Messaggi: 3403
Iscritto il: martedì 9 gennaio 2007, 0:00
Località: Roma

Messaggio da violino7 »

sullacorda ha scritto:concordo sulla coerenza ma almeno la mentoniera c'era?
A me sembra più ricerca estetica, anche bella, ma mi sembra vada a mancare il centro che è il suono ... e se il centro è il suono è lì che dovrebbe andare la ricerca costante di un liutaio, non sui bordi o sul riccio, .. importanti sì ma non cuore dello strumento ..
........................................
Non ho indagato il suono di questo strumento e non ho altre foto per verificare se ci fosse la mentoniera, probabilmente non c'era! Ma questo elemento, comunque, riguardo al suono nulla può escludere a priori.
Io do per scontato che su quel versante ogni liutaio faccia costante ricerca di una propria espressività, non posso pensare che nel caso di Luca Salvadori tutto si limiti alla parte esteriore, sarebbe davvero impensabile! :?
Esistono i liutai "fabbricanti di soprammobili"? :roll: Forse sì, ma non credo sia concepibile a questo livello di professionalità acquisita sul campo.

Comunque, nel momento che ho voluto parlare di lui pensavo alla "bottega" come fucina di manualità, luogo d'insegnamento dove sia possibile perpetuare un'arte, e perfezionare una tecnica che ha delle regole ben precise nella organizzazione di base,.....

......ed indirettamente volevo essere critico riguardo a quei grandi liutai, gran maestri di liuteria, dei quali a Mondomusica non ho mai visto in esposizione neanche un solo strumento, figurati poi a sentirlo suonare! :(
Il ragionamento era: "dove sono i grandi liutai?"
Non ci sono, ci sono sempre di meno, e se ci sono sono lì per vendere, non per rendere lustro ad un'arte per la quale hanno raggiunto una certa notorietà! Allora diamo merito ai "cosiddetti piccoli" che certamente vanno nella direzione giusta!
Dentro io ci metto Luca Salvadori per la sua costanza ideologica nel tempo, ma ci stava bene anche Fabio Chiari se avesse esposto, perchè conosciamo tutti la sua linea di pensiero, e ci vedo bene, tanto per spiegare meglio il concetto, addirittura anche Edo Sartori, ultimo arrivato, perchè se non altro lui si presenta come "liutaio", lo voglio sottolineare (va in controtendenza perchè ce ne sono sempre di meno) e non "venditore",..........
........ perchè nella mia filosofia i commercianti sono tutti uguali, che differenza fa se vendono accessori per violini o alimenti surgelati, o capi di abbigliamento?
.
Ricercare sopra tutto due cose: la verità e la bellezza.

- Lino Santoro -
Avatar utente
sullacorda
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 330
Iscritto il: lunedì 17 aprile 2006, 0:00

Messaggio da sullacorda »

la mia non vuole essere polemica ma quello che dico è che uno strumento prima di tutto deve suonare, poi essere bello.
Non ce l'ho con liutaio ma mi sembra che si stia puntando sempre più sull'estetica e non sul suono ed ecco che ad una fiera di liuteria lo strumento lo guardi, lo ammiri ma non lo suoni .. e allora sì che diventa un soprammobile.
Avatar utente
violino7
Utente Esperto II
Utente Esperto II
Messaggi: 3403
Iscritto il: martedì 9 gennaio 2007, 0:00
Località: Roma

Messaggio da violino7 »

robinwood ha scritto: .................................
dal mio punto di vista questo non sarebbe il modo di esprimersi di un tuttologo ma semmai di uno stolto. Ma visto il suo acume, la sua cultura, la sua intelligenza, lo escludo del tutto. Si è espresso in quei termini nella terra di Amati e Stradivari.
magari poi ci fossero ‘’tuttologi’’ di questo tipo a presiedere Fiere, Consorzi, Musei e così via.
................................
Io non credo che sia stata una bella mossa quella di invitare un personaggio come Philippe Damerio a Mondomusica! :)


Se ci pensi bene cosa avrebbe dovuto dire un critico d'arte "invitato", in qualità di "tuttologo"? (In questo caso il termine in senso ampio è davvero appropriato). Come avrebbe potuto darci cognizione del suo acume, della sua cultura e della sua intelligenza in una manifestazione nella quale il suo ruolo di ospite lo vincolava in senso restrittivo? :roll:

Un personaggio di questo livello sa sempre adoperare la propria dialettica.......per questo esiste la diplomazia!


Io credo che sia stato adoperato come specchietto delle allodole!

Scusami, cosa centra la terra degli Amati e di Stradivari? Vogliamo sempre per forza essere autocelebrativi? Allora non chiamiamo un "critico" che magari con la sua apertura mentale ci potrebbe anche insegnare qualcosa! ...ed invece gli leghiamo le mani e gli tappiamo la bocca! :(
.
Ricercare sopra tutto due cose: la verità e la bellezza.

- Lino Santoro -
Avatar utente
violino7
Utente Esperto II
Utente Esperto II
Messaggi: 3403
Iscritto il: martedì 9 gennaio 2007, 0:00
Località: Roma

Messaggio da violino7 »

sullacorda ha scritto:la mia non vuole essere polemica ma quello che dico è che uno strumento prima di tutto deve suonare, poi essere bello.
Non ce l'ho con liutaio ma mi sembra che si stia puntando sempre più sull'estetica e non sul suono ed ecco che ad una fiera di liuteria lo strumento lo guardi, lo ammiri ma non lo suoni .. e allora sì che diventa un soprammobile.

Io sono convinto che se volevi potevi anche suonarlo, io lo dò per scontato!

Il concetto che sottolineo è che la bellezza estetica non esclude a priori tutto il resto! ...... perchè dare per sicure cose che andrebbero verificate? :wink:
Purtroppo in una esposizione si espone l'oggetto, non si può esporre il suono. Per quello bisogna attivarsi in maniera diversa.
.
Ricercare sopra tutto due cose: la verità e la bellezza.

- Lino Santoro -
Avatar utente
edo
Utente Esperto II
Utente Esperto II
Messaggi: 1915
Iscritto il: martedì 21 giugno 2005, 0:00
Località: Schio (VI)
Contatta:

Messaggio da edo »

sullacorda ha scritto:la mia non vuole essere polemica ma quello che dico è che uno strumento prima di tutto deve suonare, poi essere bello.
Non ce l'ho con liutaio ma mi sembra che si stia puntando sempre più sull'estetica e non sul suono ed ecco che ad una fiera di liuteria lo strumento lo guardi, lo ammiri ma non lo suoni .. e allora sì che diventa un soprammobile.
Lo strumento di Salvadori era dotato di mentoniera, a disposizione c'era sicuramente l'arco e probabilmente anche la mentoniera e sono sicuro che si poteva suonare.

ciao

edo
Avatar utente
davidesora
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 2224
Iscritto il: lunedì 29 novembre 2010, 0:00
Località: Cremona
Contatta:

Messaggio da davidesora »

Mondomusica è sempre più una fiera per venditori (di legno, accessori, strumenti in bianco e quant'altro) e a mio avviso completamente inadeguata a promuovere la liuteria contemporanea d'autore e le botteghe dei liutai che fanno della qualità il loro unico punto di forza.
Grazie alla miopia (cecità) degli organizzatori che guardano solo ai numeri (spesso falsi e tendenziosi) si assisterà sempre di più ad un allontanamento di chi lavora seriamente e, a meno di una inversione di tendenza molto improbabile, penso che non vi parteciperò più in futuro (l'ho fatto per 6 anni consecutivi, credo di parlare con cognizione di causa).
Servirebbero luoghi più consoni sia all'esposizione e soprattutto alla possibilità di provare gli strumenti con la speranza di capirci qualcosa e la vera intenzione di valorizzare quello per cui è nata questa manifestazione : gli strumenti ad arco contemporanei di alta qualità artigianale.
Attualmente non è certo il luogo più adatto per mettersi in discussione, vista l'impossibilità di valutare acusticamente uno strumento in mezzo al caos generale e quindi poter fare raffronti oggettivi tra autori diversi.
Magari un commerciante che guardi solo all'estetica potrebbe ancora trovarsi bene ma sono i musicisti che dovrebbero essere coinvolti e per loro non ci sono speranze.
A me non interessa che ci sia stato un aumento dei "buyers" orientali (il 30% in più, dicono.....ma buyers de che??) mi basterebbe una presenza stabile di musicisti italiani ed europei che a quanto pare non fanno parte del "target" di Cremona Fiere.


Davide


PS : il violino di Salvadori era perfettamente suonabile e chiunque poteva provarlo (e mi risulta suonasse pure bene) e condivido pienamente il sistema espositivo adottato da questo liutaio.
Non capisco in base a cosa quando un violino è ben fatto e curato nei dettagli estetici automaticamente debba suonare male......ho l'impressione che sia solo una questione legata al prezzo inarrivabile per molti e quindi da screditare a priori.........un atteggiamento ahimè molto diffuso.
Avatar utente
sullacorda
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 330
Iscritto il: lunedì 17 aprile 2006, 0:00

Messaggio da sullacorda »

scusate, non era mio volere far polemica, come ho detto non c'ero e dai commenti di altri ho tratto delle conclusioni errate e me ne scuso.
Ricordo comunque lo stand del liutaio quando sono andato 2 o 3 anni fa alla mostra e a me è sembrato molto "estetico".., comunque una mia impressione ..
Resta che le volte che sono andato ho provato degli strumenti e ho fatto fatica a trovare un arco decente, non sono un gran musicista, ma c'erano veramente tronchi di legno .. e allora mi viene da dire che si cura più l'estetica che non il suono.
Altri musicisti che dicono? .. mio parere comunque ..
Grazie per le foto, sempre bello vedere
Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 12099
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio »

Quello che afferma Sullacorda ha un suo fondamento, nel commercio si è dato sempre precedenza agli aspetti estetici e costruttivi e poi al suono. Se questo da una parte rappresenta una necessità di avere uno strumento in ordine e che non scenda a compromessi riguardo l'essere ben costruito, dall'altra ci si è sempre poco occupati dell'aspetto sonoro, che in molti casi viene non solo messo in secondo piano ma addirittura sminuito. E' un pò come un gruppo di sacerdoti che dopo aver detto messa insieme, si trovano poi a pranzo e si fanno beffe di quei creduloni dei loro fedeli.
Ultima modifica di claudio il lunedì 8 ottobre 2012, 20:38, modificato 1 volta in totale.
andante con fuoco
Avatar utente
davidesora
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 2224
Iscritto il: lunedì 29 novembre 2010, 0:00
Località: Cremona
Contatta:

Messaggio da davidesora »

sullacorda ha scritto: Altri musicisti che dicono?
Sarebbe molto interessante sentire opinioni diverse dagli utilizzatori finali........ma i musicisti vanno a mondomusica?

Secondo me no e visto come è concepito e organizzato, fanno bene a starsene a casa.......

Davide
Avatar utente
violino7
Utente Esperto II
Utente Esperto II
Messaggi: 3403
Iscritto il: martedì 9 gennaio 2007, 0:00
Località: Roma

Messaggio da violino7 »


.
Ricercare sopra tutto due cose: la verità e la bellezza.

- Lino Santoro -
Avatar utente
Piergiuseppe
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 589
Iscritto il: venerdì 9 ottobre 2009, 0:00
Contatta:

Messaggio da Piergiuseppe »

Il mandolino. Le due corde basse si chiamano di bordone e di solito non vengono tastate.
A prima vista lo strumento mi sembrava una Pandurina, con quella rosetta e il manico largo. Ho dei dubbi sulla datazione del mandolino fatta in quel modo, era gia conosciuto altrove nel XVII secolo. Il Colascione adirittura a Napoli nel 1535 così come la Mandola. Le sei corde doppie riportano più al mandolino milanese che a quello napoletano.
Avatar utente
Fabio_Chiari_liutaio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 778
Iscritto il: venerdì 18 settembre 2009, 0:00
Contatta:

Messaggio da Fabio_Chiari_liutaio »

Caro Davide Sora, posso capire che voi cremonesi avendo la bottega a 500 metri dalla fiera non abbiate nessuna intenzione di spendere 2000 euro per fare uno stand, se fosse difeso da voi Mondomusica sarebbe sempre solo stata tna fiera di vendita di legno e carabattole, quest'anno però a parte i soliti di sempre come Grisales e Primon e di fronte a cui mi levo tanto di cappello, alla mancanza dei liutai cremonesi si è aggiunta anche quella delle associazioni e qui avete contribuito a lasciare campo libero ai tedeschi e ai francesi. Io questa volta non vi critico per mere questioni estetiche ma per aver fatto una vera e propia ritirata sull'Aventino, se non sbaglio quasi un secolo fa una ritirata simile ha costretto l'italia a succiarsi una ventina d'anni di fascismo e tre guerre fra cui una mondiale, fate un pò voi.
<div>......chi va dietro altrui mai non gli passa innanzi.....(Michelagnolo Bonarroto fiorentino)</div><br>
Avatar utente
davidesora
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 2224
Iscritto il: lunedì 29 novembre 2010, 0:00
Località: Cremona
Contatta:

Messaggio da davidesora »

Fabio_Chiari_liutaio ha scritto:Caro Davide Sora, posso capire che voi cremonesi avendo la bottega a 500 metri dalla fiera non abbiate nessuna intenzione di spendere 2000 euro per fare uno stand, se fosse difeso da voi Mondomusica sarebbe sempre solo stata tna fiera di vendita di legno e carabattole, quest'anno però a parte i soliti di sempre come Grisales e Primon e di fronte a cui mi levo tanto di cappello, alla mancanza dei liutai cremonesi si è aggiunta anche quella delle associazioni e qui avete contribuito a lasciare campo libero ai tedeschi e ai francesi. Io questa volta non vi critico per mere questioni estetiche ma per aver fatto una vera e propia ritirata sull'Aventino, se non sbaglio quasi un secolo fa una ritirata simile ha costretto l'italia a succiarsi una ventina d'anni di fascismo e tre guerre fra cui una mondiale, fate un pò voi.
Tengo a precisare che io non sono per l'eliminazione di Mondomusica, che ritengo un'opportunità importante per la promozione, la commercializzazione e il confronto del lavoro dei liutai.
Quello che non va e che non sono più disposto ad accettare è l'estrema arroganza di chi organizza e gestisce questa fiera (cremonafiere) che dimostra ad ogni edizione una evidente incompetenza in materia di liuteria artigianale e su come andrebbe presentata all'interno di una fiera internazionale.
Gli ambienti della fiera vanno bene per commercianti di legno e cassette della frutta ma per quanto riguarda i violini riterrei opportuno separare le cose e creare ambienti ad hoc per ridare dignità a chi si impegna a portare avanti una certa visione del proprio lavoro (e mi sembra che anche tu rientri in questa categoria, correggimi se sbaglio) legata all'individualità e alla ricerca dello stile personale sia dal punto di vista estetico che da quello acustico.
La mancata presenza dei liutai cremonesi e italiani non va vista come una ritirata sull'aventino ma semplicemente si tratta dell'unico modo rimasto per mandare un segnale a Cremonafiere che insiste a non volersi nemmeno domandare il perchè la fiera si svuota dei liutai più rappresentativi dimostrando ottusità e disinteresse totale al loro riguardo.
Quest'anno ci sono state alcune mostre/manifestazioni in centro città (tra cui anche quella dell' ALI che ho apprezzato e dove anche tu partecipavi, quindi sull'aventino c'eri anche te :D ) che hanno dimostrato come sia possibile attirare l'attenzione in ambienti più appropriati e fuori dal frastuono insopportabile della fiera (cosa mi dici dell'ingresso dal padiglione dei pianoforti? a me non sembra un ottimo "biglietto da visita" da cui trarre la prima impressione).

Secondo me la fiera andrebbe separata in due parti, lasciando la zona legni, pianoforti, accessori, carabattole, annessi e connessi nei capannoni in cemento armato di Ca' de Somenzi (luogo attuale) e riportando in centro città la parte liutai & strumenti ad arco e pizzico per una maggior valorizzazione e dignità espositiva.
Credo che un musicista apprezzerebbe la cosa e magari tornerebbe negli anni a venire, invece di venire una volta, uscire frastornato e non tornare mai più.

Secondo me è importante che i liutai diano il loro contributo per migliorare una manifestazione come mondomusica che, ribadisco, ritengo importante quindi mi piacerebbe sentire la tua opinione e quella di altri in merito.


Davide
Avatar utente
Fabio_Chiari_liutaio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 778
Iscritto il: venerdì 18 settembre 2009, 0:00
Contatta:

Messaggio da Fabio_Chiari_liutaio »

Davide Sora, uno dei difetti di voi cremonesi è quello di sgusciare come anguille pur di non affrontare i problemi della liuteria, risoluzione che vi vedrebbe perdenti. Ora ti spiego con parole semplici il perchè io ho partecipato alla mostra dell'Ali al centro di Cremona, te lo spiego una volta per tutte e vediamo se poi si può parlare di liuteria. Allora io non ho potuto prendere lo stand a Cremona Mondomusica quest'anno perchè sono due anni che assisto mio padre che in sequenza si è visto tagliare un piede una gamba e poi dopo sei mesi e quindi nei luglio agosto passati il ritorno di una cancrena all'altro piede, in questo momento mi farebbe piacere che tu annusassi il puzzo della cancrena che sto annusando io ora, cosa che ti auguro di non provare mai di persona.
Ho deciso allora di partecipare alla mostra dell'Ali, e sai perchè ? Te lo spiego, perchè sono dell'Ali, detto questo ti chiedo lo sai tu che posizione ho preso io all'interno dell'Ali nei riguardi di questa scelta presa unilateralmente e senza consultazione fra i soci? Lo sai dei messaggi e le mail censuratemi e di quello che sta accadendo fra me e 'Ali? Se non lo sai non vedo come si possa accusare me di essere sull'Aventino. Se Cremona fiere ha applicato regole rigide non consone, gli unici di cui non possono lamentarsi sono quelli che non vi hanno mai partecipato in primis i Cremonesi. Hai provato a fare un pò di conti se tutti i liutai del consorzio e dell'Ali avessero preso uno stand a testa quanto spazio ci sarebbe stato per i concorrenti, le fabbriche i cinesi cristi asti e madonne? Che peso avrebbero avuto nella trattativa con Cremona fiere? Chieditelo, anzi a Cremona chiedetevelo, e poi se ne riparla.
<div>......chi va dietro altrui mai non gli passa innanzi.....(Michelagnolo Bonarroto fiorentino)</div><br>
Rispondi